Ceretta brasiliana: come si fa

La ceretta all’inguine totale, anche nota come depilazione intima brasiliana, crea ancora qualche perplessità in noi donne ma è sempre più diffusa. Come si fa la ceretta totale all’inguine? È possibile procedere alla depilazione dell’inguine con il rasoio o con la crema e sono tante le forme per depilazione all’inguine da poter riprodurre.

ragazza con occhiali da sole gialli e piante tropicali

Foto Shutterstock | Navistock

La ceretta brasiliana è molto in voga tra le donne che amano esibire un bikini perfetto. Amatissima tra le influencers italiane che la consigliano spesso (come la simpaticissima Giulia Torelli!). La depilazione brasiliana può essere totale, oppure può prevedere anche solo una piccola striscia centrale nelle zone intime.

Continua a leggere

Leggi anche: ceretta a caldo fai-da-te, come realizzarla

Continua a leggere

Inoltre, questa ceretta inguinale può essere fatta anche in completa autonomia: c’è chi preferisce optare per il rasoio, chi per la crema, ma la vera brazilian wax in realtà necessita di uno strappo con la cera. Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Continua a leggere

Ceretta inguine totale, come si fa?

Come si può evincere dal nome stesso, la ceretta brasiliana è una tecnica nata in Brasile e in origine prevedeva l’utilizzo di una particolare cera a bassa temperatura in grado di inglobare il pelo senza di fatto attaccarsi davvero alla pelle. Successivamente, questo metodo depilatorio si è diffuso in tutto il mondo a partire dal centro estetico newyorkese delle sorelle brasiliane J Sisters. E il successo di questa ceretta bikini è stato immediato.

Ancora oggi la ceretta brasiliana senza strisce è la tipologia più diffusa: la cera, infatti, aderisce alla pelle e consente di strappare il pelo assumendo una consistenza semisolida così da realizzare un solo strappo. Tuttavia, per farla a casa, noi suggeriamo di utilizzare delle strisce per agevolare e semplificare il procedimento.

Continua a leggere

Continua a leggere

Volete cambiare? Provate la ceretta araba, ti sveliamo come si fa!

Per un risultato ottimale, è importante collocare uno specchio tra le gambe così da avere una discreta visibilità di tutta la zona che si desidera depilare. Inoltre, la cera va scaldata sino ad una temperatura di circa 36-37 gradi per poi essere applicata a piccole zone, in direzione della crescita dei peli.

Le strisce – preferibilmente in tessuto – vanno premute sulla zona cerata e fissate nella stessa direzione della crescita dei peli. Una volta che la cera si è raffreddata, dunque, si può procedere con lo strappo, tirando (e rimuovendo) la striscia nella direzione opposta a quella del pelo stesso.

Continua a leggere

Continua a leggere

Dopo aver eseguito la ceretta brasiliana è vivamente sconsigliato prendere il sole, onde evitare fastidiose irritazioni o possibili sfoghi cutanei.

Depilazione inguine con il rasoio

Oltre alla ceretta brasiliana, la depilazione totale all’inguine con il rasoio è molto frequente. Questo strumento, infatti, permette di essere precisi nella rimozione dei peli ed è piuttosto rapido da utilizzare. Inoltre, non presenta particolari controindicazioni, anche se possono insorgere alcuni spiacevoli fenomeni di sensibilizzazione una volta terminato il processo.

Continua a leggere

Continua a leggere

Depilazione all’inguine: quale forma scegliere?

Tuttavia, molto dipende dalla tipologia di pelle: una cute molto delicata e sensibile, infatti, può essere soggetta a prurito e rossori diffusi. A tal proposito, dunque, si consiglia di applicare sulla zona irritata una crema a base di aloe vera o un prodotto idratante privo di profumazioni aggiunte.

Un ulteriore indicazione di massima è quella procedere con uno scrub delicato circa 3 giorni dopo la depilazione, così da arginare il rischio di peli incarniti.

Continua a leggere

Depilazione inguine con la crema

Chi non riesce a sopportare la ceretta brasiliana, può anche ricorrere alla crema depilatoria. Questa modalità è particolarmente adatta alle zone intime, facile da reperire, semplice da applicare e pressoché indolore. Tuttavia, prima di procedere all’applicazione sull’intera zona da trattare, è bene testare una minima quantità di prodotto sulla cute per escludere possibili reazioni allergiche.

La compattezza della crema la rende particolarmente indicata per la zona bikini perché può raggiungere facilmente anche le zone più nascoste. Per un risultato ottimale, dunque, bisogna stendere uno strato di prodotto piuttosto abbondante sulla pelle leggermente inumidita, avendo cura di lasciarlo in posa per non più di 8 minuti. Infine, la crema va rimossa utilizzando l’apposita spatolina in dotazione e la zona deve essere risciacquata abbondantemente, così da eliminare ogni eventuale residuo.

Per rimuovere i peli più resistenti, infine, può essere utile anche aiutarsi con una spugnetta leggermente ruvida.

Le forme per la depilazione all’inguine

Forme di depilazione all'inguine
Foto Shutterstock | Marochkina Anastasiia

La depilazione dell’inguine può avere varie forme: c’è chi opta per la brasiliana totale e chi, invece, preferisce realizzare disegni e forme particolari nell’area bikini. 

Tra le più diffuse c’è la ceretta a forma di cuore, ma molte donne preferiscono lasciare nelle zone intime una striscia di peli – più o meno larga a seconda dei gusti – o semplicemente un triangolino.

La ceretta brasiliana all’inguine fa male?

Tra i metodi di depilazione, la ceretta brasiliana potrebbe risultare fastidiosa. Tuttavia, il tempo dello strappo è minimo, così come la sensazione di dolore che comporta. Mentre i risultati sono tra i più duraturi.

Chi soffre molto, può applicare una crema anestetica ad uso topico circa 45 minuti prima di fare la ceretta. Inoltre, può essere utile anche fare un bagno caldo così da dilatare i pori rendendo la seguente rimozione meno traumatica.

Per far sì che la cera aderisca perfettamente al pelo (e non alla pelle) è indicato anche stendere un velo di borotalco sulla parte da trattare prima dello strappo. Attenzione, infine, a non utilizzare un prodotto troppo caldo, avendo cura di applicarlo su peli della lunghezza giusta (né troppo lunghi, né eccessivamente corti).

Parole di Elisabetta Parise

Sono laureata in lettere e specializzata in Social Media Communication, grande appassionata di grammatica e letteratura italiana. Divoro libri e serie Tv e in qualità di Web Content Editor scrivo di salute, benessere e attualità.

Da non perdere