Bonus luce 2018: cos'è, come richiederlo, moduli e requisiti

Il Bonus Luce 2018 è un aiuto del Governo che permette di ottenere uno sconto sulla bolletta dell'energia elettrica. Si tratta di un sostegno economico a favore delle famiglie a basso reddito o con un disagio fisico che comporti attrezzature elettromedicali. Il Bonus Luce dura 12 mesi ma è rinnovabile. Può essere richiesto dalle famiglie con un reddito inferiore a 8.107,50 euro annui, mentre sale a 20.000 in caso di famiglia con più di tre figli a carico. Vediamo quali sono i requisiti e i moduli per richiedere il Bonus Luce 2018

Bonus luce 2018: cos’è, come richiederlo, moduli e requisiti

ll Bonus Luce 2018 è un aiuto che consente di avere uno sconto sulla bolletta dell’energia elettrica. Tale aiuto è stato istituito dal Governo e dal Ministero dello Sviluppo Economico a sostegno per tutte le famiglie residenti in Italia con un basso reddito o disagio fisico che comporti l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali. Tale bonus può essere richiesto inoltre in presenza di altre concessioni di Bonus previsti per Legge. Vediamo quindi cos’è e come funziona il Bonus luce 2018, come e quando richiederlo, i requisiti e la modulistica necessaria.

Cos’è il Bonus Luce 2018

Il Bonus luce, è un aiuto che il Governo ha istituito a sostegno del reddito per le famiglie con forti disagi economici e per coloro che in presenza di malattie, utilizzano particolari apparecchiature elettromedicali necessarie per la prosecuzione della vita. Tale aiuto perdura per 12 mesi, ma è rinnovabile e non va ad influire sul reddito della famiglia che lo ha richiesto. Il cittadino, annualmente, deve ripresentare la domanda del Bonus, per rinnovare l’agevolazione mentre in caso di malattia, esso è erogato fino a che sussiste la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali.

Bonus Luce 2018, requisiti per richiederlo

Il Bonus elettrico può essere richiesto dai clienti domestici, quindi non da aziende o società, con un reddito Isee inferiore 8.107,50 euro annui. Tale soglia sale a 20mila euro se nella famiglie di chi ha fatto la richiesta ci sono più di tre figli a carico. Inoltre, se in casa vive un soggetto in gravi condizioni di salute, la famiglia può richiedere un’ulteriore agevolazione relativa al bonus elettrico. Ovviamente il soggetto in questione deve possedere anche tutti i requisiti per il bonus per disagio fisico. Il bonus per disagio fisico è cumulabile con quello per disagio economico (sia elettrico che gas) qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità. Il valore del “bonus”, per le situazioni di disagio economico, varia a seconda della numerosità del nucleo familiare nei limiti ISEE stabiliti per l’anno 2018.

Leggi anche :

I bonus e gli sconti fiscali 2018 per la casa: quali sono e come richiederli

Bonus Luce 2018 come richiederlo

Per ottenere uno sconto sulla bolletta della luce, bisogna presentare una domanda apposita per il bonus elettrico 2018 al proprio Comune di residenza o in un Caf. Per presentare la domanda per il bonus luce 2018 è necessario compilare il modulo scaricabile gratuitamente dal sito dell’Arera, Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente). Al modulo vanno allegati tutti i documenti richiesti.

Bonus Luce 2018, i moduli

Come specificato sul sito dell’Arera, per avere accesso al bonus elettrico bisogna presentare il modulo apposito insieme a diversi documenti. Vediamo quali.
• Documento di identità;
• Eventuale delega, nel caso in cui la domanda venga presentata da un delegato e non dall’intestatario della fornitura;
• Modulo A validato dall’autorità per l’energia (scaricabile dal sito Arera);
• Modello attestante il reddito Isee 2018;
• Indicazione del numero di persone che compongono il nucleo familiare;
• Autocertificazione famiglia numerosa nel caso di nucleo familiare con quattro o più figli a carico.

Parole di Giulia Martensini