Bimba di 4 anni uccisa con l’acqua bollente perché si è fatta la pipì addosso: mamma accusata di omicidio di secondo grado

Candice Diaz, la madre della vittima, ora rischia una condanna da 30 a 60 anni di carcere

Pubblicato da Beatrice Elerdini Martedì 11 dicembre 2018

Bimba di 4 anni uccisa con l’acqua bollente perché si è fatta la pipì addosso: mamma accusata di omicidio di secondo grado
Foto: Pixabay

E’ morta a 4 anni per le gravi ustioni e traumi riportati, Gabrielle Barrett. La sua colpa è stata quella di essersi fatta la pipì addosso. A ucciderla la madre, Candice Diaz, del Michigan, con la collaborazione del suo fidanzato, Brad Fields. Entrambi si sono accaniti contro la piccola per tre giorni di fila. Pare abbiano anche consultato diversi siti web per trovare nuove torture da infliggere alla bimba. L’orribile vicenda si è consumata lo scorso gennaio.

La madre, per punire la piccola che si era fatta la pipì addosso, l’ha immersa deliberatamente nell’acqua bollente. Non contenta delle gravissime ustioni provocate alle braccia e alle gambe della figlia, ha ripetuto la medesima tortura anche il giorno seguente. Poi ha atteso ben 36 minuti prima di avvertire la Polizia e i soccorritori. La piccola è stata portata al Saint Joseph Mercy hospital, ma non c’è stato nulla da fare: è morta poco dopo l’arrivo al pronto soccorso.

Nei documenti del tribunale si legge che ‘alla bambina dopo le sevizie con l’acqua bollente si è staccato l’alluce del piede e parti della sua pelle sono state trovate nello scarico del bagno’.

Dopo aver compiuto il brutale omicidio la coppia si è allontanata dalla città, tuttavia entrambi sono stati rintracciati e arrestati in Georgia alcune settimane più tardi.

Soltanto ieri, Candice Diaz ha confessato il delitto. Ora è accusata di omicidio di secondo grado e rischia una condanna da 30 a 60 anni di carcere. Il caso ha sconvolto gli americani, che hanno soprannominata la donna, la ‘mamma animale’. Anche la Polizia ha confermato che si è trattato di una vicenda estremamente violenta.

Gli inquirenti hanno dichiarato che entrambi gli assassini sono affetti da patologie mentali: ‘Abbiamo trovato pistole e droga in casa, oltre a una montagna di rifiuti e feci di animali’.

LEGGI ANCHE: Madre adottiva fa un bagno bollente alla figlia di 5 anni: la bimba rimane ustionata e perde le dita dei piedi