Ancona: salvataggio record di due donne rimaste intrappolate nelle loro auto, sommerse dall’acqua

L'intera scena è stata ripresa da un cellulare di qualcuno che si trovava nelle vicinanze del sottopassaggio allagato.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Giovedì 14 giugno 2018

Ancona: salvataggio record di due donne rimaste intrappolate nelle loro auto, sommerse dall’acqua
Ancona, auto sommerse dall’acqua / ansa

Da Ancona arrivano immagini molto forti, riprese di un coraggioso salvataggio di due donne rimaste intrappolate dentro le loro automobili, sotto un metro e mezzo d’acqua. Le violente piogge hanno fatto completamente allagare il sottopassaggio di via Caduti del Lavoro del capoluogo delle Marche. Immediato e tempestivo l’intervento degli agenti di Polizia, a cui si è aggiunto sul finire dell’operazione di salvataggio, un padre di famiglia che si trovava in un’altra auto ferma nelle immediate vicinanze.

Nel video ripreso da qualcuno nell’abitacolo dell’auto ferma nei pressi del sottopassaggio allagato, si sente chiaramente un bambino che urla disperato: ‘Papà ti prego, no! Non andare!’. Molto agitata è anche la moglie che cerca di zittire il piccolo, mentre prova anche a fermare il marito che vorrebbe scendere dal veicolo per andare in aiuto degli agenti di Polizia.

Ancona

Le sensazionali immagini del salvataggio ad Ancona di due donne rimaste bloccate dentro la loro auto sommersa dall’acqua, dal punto di vista di un bambino che vive tutta la vicenda da spettatore dentro l’auto con i genitori.Emoziona sentire la paura sua e di tutta la famiglia per le sorti delle persone bloccate nell’auto, l’eccitazione all’arrivo della Polizia e le urla quando anche il papà decide di dare una mano ai sei poliziotti che senza esitare si sono tuffati in oltre un metro e mezzo di acqua e fango per tirare fuori le due povere donne dall’abitacolo.Straordinaria la gioia del bimbo a conclusione del salvataggio, sembra di essere lì con lui ed assistere a tutta la scena. Un abbraccio a Cristian e ai sei colleghi della questura di Ancona determinati e coraggiosi.

Pubblicato da Agente LISA su Giovedì 14 giugno 2018

L’uomo sembra deciso a voler intervenire, ma il figlio incalza tra le lacrime con un tono di voce sempre più alto e tremante: ‘Non vogliamo perderti’. Il padre ribatte cercando di calmarlo e giustificando la sua volontà di prestare aiuto: ‘Non si possono lasciare lì’. La moglie prosegue nel suo tentativo di fermare il marito che però a un certo punto scende dall’auto e corre verso i poliziotti che proprio in quei momenti stavano traendo in salvo le due donne rimaste imprigionate. Gli agenti si erano gettati nell’acqua mista a fango alta un metro e mezzo, per aprire le portiere delle auto bloccate. Quando si vedono i poliziotti uscire dal sottopassaggio con le due donne sotto braccio, il bimbo dall’auto urla di gioia insieme alla sua mamma.

Sulla pagina Facebook dell’Agente LISA si legge: ‘Emoziona sentire la paura sua e di tutta la famiglia per le sorti delle persone bloccate nell’auto l’eccitazione all’arrivo della Polizia e le urla quando anche il papà decide di dare una mano ai sei poliziotti che senza esitare si sono tuffati in oltre un metro e mezzo di acqua e fango per tirare fuori le due povere donne dall’abitacolo. Straordinaria la gioia del bimbo a conclusione del salvataggio, sembra di essere lì con lui ed assistere a tutta la scena. Un abbraccio a Cristian e ai sei colleghi della questura di Ancona determinati e coraggiosi’.