Vincere: film sull’amante di Mussolini

da , il

    Uscirà nelle sale cinematografiche il 22 maggio, Vincere, il film di Marco Bellocchio, che racconta la tormentata storia d’amore di una donna, Ida Dalser, divenuta amante di Benito Mussolini.

    Il film Vincere di Marco Bellocchio è stato presentato in competizione alla 62esima edizione del Festival di Cannes, e a giudicare dalla critica, e dagli attori, la pellicola promette davvero molto bene.

    Per l’occasione, Marco Bellocchio ha convocato nel suo cast d’attori, la bella Giovanna Mezzogiorno, chiamata ad interpretare il ruolo scomodo di Ida Dalser, la donna da cui Benito Mussolini ebbe un figlio segreto e sfortunato.

    Ma scopriamo qualcosa in più su questa donna, un’estetista divenuta amante del Duce.

    La pellicola Vincere, in uscita al cinema, racconta la vicenda di Ida Dalser, come vi dicevamo prima, una giovane estetista che Benito Mussolini, aveva conosciuto prima dell’incontro amoroso con la futura moglie Rachele Guidi.

    Quando i due si conoscono, Mussolini non era ancora il Duce, ma un ardente agitatore politico alla direzione dell’Avanti. Un antimonarchico e un anticlericale socialista, con lo scopo di guidare le folle verso un futuro di emancipazione sociale.

    Ida Dalser incontra Mussolini a Milano, intorno al 1911, e resta letteralmente folgorata dall’immagine di quest’uomo così sicuro di sé.

    Tra Ida e il Duce nasce una lunga relazione, e probabilmente anche un matrimonio religioso, del quale sono però sparite tutte le tracce.

    La giovane donna crede così tanto nelle idee del compagno che decide di sostenere la sua causa anche economicamente, e appoggia Mussolini, socialista e giornalista rampante, adoperandosi per la nascita del Popolo D’Italia e per la sua carriera politica.

    Era talmente innamorata da arrivare a vendere il suo appartamento, il salone di bellezza, i mobili ed i gioielli pur di provvedere economicamente a finanziare la nascita del nuovo partito.

    Nel 1915 ebbero anche un figlio, Benito Albino, destinato ad una vita difficile almeno quanto quella della madre.

    Mussolini si arruolò volontario nella Prima Guerra Mondiale, e al suo ritorno ripudiò Ida, come una delle innumerevoli amanti del duce.

    Riuscirà a rivedere il duce, solo anni dopo in un ospedale militare, dove è accudito da Rachele, appena sposata con un matrimonio di rito civile.

    La Dalser cercherà in tutti i modi di far valere i propri diritti e di rivendicare il suo legittimo ruolo di moglie e madre.

    Pensate che questa lotta contro il potere forte di Mussolini, divenuto ormai il Duce, le costò le accuse di ostracismo, demonizzazione e infine il manicomio, dove terminò i suoi tristi giorni.