Spuntino, è giusto farlo?

da , il

    Non è che mi sono fissata con la prova costume è che in realtà tutte le donne da maggio a settembre sono fissate con la prova costume, e quindi oggi affrontiamo un altro dilemma che spesso ci affligge: lo spuntino si deve fare o no? Si possono “risparmiare” quelle calorie oppure conviene assumerle comunque? Come deve essere uno spuntino per non fare danni? Vediamo di capirci qualcosa in più!

    Partiamo dal presupposto che lo spuntino è giusto farlo, è caldamente consigliato spezzare la mattina e il pomeriggio con qualcosa di poco calorico che abbia la doppia funzione di dare energia e di non farci arrivare a pranzo e a cena con una fame da lupi.

    Lo spuntino però non deve essere confuso con un passatempo ipercalorico, cedere ad ogni languorino con snack, cioccolattini, caramelle e merendine è dannoso, oltre ad appesantirci sono la causa dei chili che si accumulano sotto forma di cuscinetti sui fianchi.

    Lo spuntino fatto nel modo corretto diventa il modo migliore per arrivare al pranzo con una fame ragionevole, una fame che si può controllare e che non ci fa mangiare troppe cose d’impulso. Tra la colazione e il pranzo è meglio puntare su cibi energetici come frutta, yogurt, snack tipo crackers o pavesini e i succhi di frutta senza zuccheri aggiunti.

    Tra il pranzo e la cena invece si deve puntare su cibi più proteici come un toast, il gelato, un frullato o uno yogurt.

    Se state seguendo una dieta dimagrante e ipocalorica l’ideale è scegliere la frutta o lo yogurt 0,1% di grassi, sono buoni, si possono variare e hanno poche calorie.

    Insomma lo spuntino si può fare ed è anche un ottimo alleato per riuscire a seguire le dosi indicate nelle diete.

    Foto da:

    www.flickr.com/photos/smitten pdobama.files.wordpress.com www.sodahead.com www.womansday.com harlandics.com images.teamsugar.com