Prova Costume: la dieta Weight Watchers

da , il

    La prova costume è un vero chiodo fisso per noi ragazze, ma è naturale, dopo un intero inverno avvolte nei cappotti e nei maglioni, l’idea di spogliarci è normale che ci metta un pò di timore. Oggi parliamo di una dieta famosa, che spesso è citata anche nei telefilm, la Weight Watchers, una dieta che oltre a tener conto di calorie e di chili si preoccupa anche del lato emotivo e psicologico.

    La Weight Watchers è una dieta che è stata messa appunto negli anni sessanta, e se ancora dopo 50 anni siamo quì a parlarne un motivo deve pur esserci…questa dieta nasce dall’idea di una signora americana, una tale Jean Nidetch che voleva dimagrire senza però rinunciare ai piaceri della buona tavola. Jean Nidetch si riuniva periodicamente con altre donne che volevano dimagrire con lo stesso metodo e che erano tutte fortemente motivate, decisero di chiedere l’aiuto di medici esperti per aiutarle ad elaborare una dieta di successo, ed ecco come è nata la Weight Watchers.

    La dieta Weight Watchers riserva una parte molto importante al sostegno psicologico e al confronto con persone che intraprendono lo stesso percorso, infatti sono previsti degli incontri periodici in cui ognuno si confida, parla delle proprie difficoltà, dei trucchi che usa e di come fa a resistere alle tentazioni, è un pò come entrare a far parte di un gruppo di amiche, dove i successi sono condivisi e non si crea nessuna competizione.

    Un’altra cosa molto importante è che in questa dieta sono concessi tutti gli alimenti, è organizzata tra le 1200 e le 1300 kcal e si deve seguire per un minimo di tre settimane.

    Ovviamente si tratta sempre una dieta dimagrante quindi si deve stare attenti alle dosi che sono concesse per ogni alimento. Tra le linee guida di questa dieta abbiamo per esempio:

    • Il dolcificante al posto dello zucchero
    • Mai il pane fuori dai pasti
    • Togliere il grasso alla carne prima di cuocerla
    • Non usare il burro
    • Bere moltissima acqua
    • Mangiare poche uova e poco formaggio
    • Cucinare in pentole speciali in cui è possibile non aggiungere grassi.

    Voi che ne pensate? A me ispira proprio questa dieta… è stimolante l’idea di dimagrire tra amiche :)

    Foto da:

    www.durhamcollege.ca

    images.teamsugar.com

    www.dietweightloss.co.uk

    img.thesun.co.uk

    thumbs.dreamstime.com

    women4hope.files.wordpress.com

    i.dailymail.co.uk