Grassi e carni aumentano il rischio di tumore

Anna Villarini dell’Istituto Tumori di Milano spiega per AIRC, quali sono gli alimenti a cui bisogna prestare attenzione per essere in ottima salute. Alcuni cibi, in particolare, andrebbero consumati con minore frequenza perché possono aumentare le probabilità di insorgenza di alcune patologie. Rientrano in questa categoria le carni rosse e conservate il cui consumo sarebbe legato ad un più elevato rischio di tumore dell’intestino e dello stomaco. Ai salumi, infatti, spesso vengono aggiunti nitriti che provocano la formazione di sostanze cancerogene all’interno dell’organismo. Il Fondo Mondiale per la Ricerca sul Cancro raccomanda di non superare i 500 grammi di carni rosse o conservate alla settimana. Bisogna prestare attenzione anche alla presenza di grassi negli alimenti. Ad esempio, il consumo di quelli saturi è correlato all’insorgenza di malattie cronico degenerative.