Liquore di crema all'uovo

Liquore di crema all’uovo

  • facile
  • 3 giorni
  • 10 Persone
  • n.d.

Liquore di crema all'uovo, la ricetta Ecco la ricetta del liquore di crema all’uovo o Vov, un preparato di origine venete più precisamente della città di Padova. Questo liquore fu creato nel 1840 dal sig. Pezziol che lo preparò nella sua bottega per utilizzare i tuorli d’uovo rimasti dalla produzione del torrone. Il liquore di crema all’uovo, la cui preparazione è abbastanza semplice, è anche conosciuto con il nome di Vov che deriverebbe dalla parola vovi (uova in dialetto veneto). Seguite la nostra semplice ricetta per preparare circa 750 ml di questo famoso e tradizionale liquore veneto.

Ingredienti

  • Uova 10 tuorli
  • Alcool puro 75 ml
  • Marsala 25 ml
  • Cognac 25 ml
  • Latte intero 300 ml
  • Vanillina 1 bustina
  • Zucchero a velo 400 gr

Preparazione

  1. Versate i tuorli d’uovo, lo zucchero a velo, la vanillina in una terrina e sbattete il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere una crema densa e ben omogenea. Dopo di che, unite poco per volta l’alcool puro, il marsala e il cognac. Durante questa operazione continuate a mescolare il tutto con le fruste elettriche. Infine, per ultimo aggiungete anche il latte amalgamandolo al resto del composto.

  2. A questo punto, fate cuocere il composto a bagnomaria e continuate a mescolarlo in modo da farlo addensare per bene (circa 10-15 minuti). Durante questo passaggio fate attenzione a non far bollire l’acqua altrimenti le uova potrebbero cuocersi rovinando la preparazione del liquore. Una volta pronto, fate raffreddare il Vov e poi versatelo in una o più bottiglie di vetro ben sterilizzate. Infine, conservate il liquore di crema all’uovo in frigorifero e prima di consumarlo aspettate circa 3 giorni.

Consigli

Una volta aperto il Vov o liquore di crema all’uovo può essere conservato per circa 3-4 settimane. Ricordate sempre di conservarlo in frigorifero o in un luogo fresco, buio e asciutto. Inoltre, prima di servire il liquore agitate per bene la bottiglia.

Parole di Carmela Giglio