Filetto alla Wellington

  • media
  • 1 ora
  • 6 Persone
  • 300/porzione

Il filetto alla Wellington è un secondo piatto ideale per le feste. Deve il suo nome al duca di Wellington, il famoso generale inglese che sconfisse Napoleone a Waterloo. In realtà in quanto a gusti culinari il duca era molto frugale, ma questo piatto ha preso il nome da lui per la forma a cilindro marrone che assume dopo la cottura, simile agli stivali che il soldato inglese era solito indossare e che anche questi hanno preso il nome dal suo più illustre portatore. Un secondo piatto per le grandi occasioni.

Ingredienti

  • Filetto 1200 gr
  • Burro 20 gr
  • Funghi 200 gr
  • Erbe miste q.b. 1
  • Olio q.b.
  • Sale q.b.
  • Pasta sfoglia 2 rotoli
  • Tuorli 1
  • Foie gras 50 gr
  • Pepe q.b.

Preparazione

  1. In una padella che comodamente contenga il filetto fate riscaldare a fuoco alto il burro. Cuocete poi la carne girandola, per circa 15 minuti, in modo che venga piuttosto al sangue, salatela, pepatela e poi fatela raffreddare. Stendete la pasta sfoglia che avrete ritagliato a rettangolo e spargetevi, una volta freddi, i funghi affettati che avete fatto saltare in padella in un po' di olio per qualche minuto e conditi fuori dal fuoco con sale, pepe e le erbe aromatiche.

  2. Appoggiatevi sopra il filetto che avrete spalmato con il foie gras, premendo bene i bordi della pasta e avvolgetelo poi tutto con l'altra sfoglia che chiuderete a pacchetto premendo bene ai lati con le dita in modo da sigillare bene il tutto.?Collocate il filetto in una teglia ricoperta da carta da forno decorando la sua superficie con i pezzi di pasta avanzata.

  3. Spennellate con il rosso d'uovo e fate cuocere a forno caldo a 180 gradi per circa 40 minuti. Una volta cotto, lasciate riposare il filetto per circa 5 minuti. Poi tagliatelo con un coltello a lama seghettata, per evitare che la sfoglia si sbricioli.

Consigli

Servire caldo.