Crostata di cachi

Crostata di cachi

  • facile
  • 1 ora e 30 minuti
  • 6 Persone
  • 200/porzione

In cucina, autunno fa rima con ricetta per la crostata di cachi. Se la crostata è un grande classico che non necessita di spiegazioni, i re della stagione sono i cachi, che iniziano a riempire le cassette dei fruttivendoli. Preziosi alleati per la nostra salute, i cachi sono ricchi di vitamina C e di fibre, aiutano a rafforzare il nostro organismo e lo reidratano. Ecco quindi come preparare una crostata di cachi freschi, dolce goloso e genuino, perfetto per la stagione autunnale.

Ingredienti

  • Tre cachi maturi
  • Farina 300gr
  • Zucchero bianco 150g
  • Burro 150gr
  • Un uovo intero
  • Un tuorlo
  • Scorza di limone grattugiata qb
  • Sale qb
  • Zucchero di canna qb
  • Zucchero a velo qb
  • Un Limone
  • Cioccolato fondente qb
  • Vanillina una bustina

Preparazione

Per la buona riuscita della crostata di cachi, dovete scegliere dei frutti maturi e dolci. Mentre, se siete particolarmente golosi, oltre allo zucchero a velo potreste aggiungere una spolverata di cioccolato fondente tritato finemente. Da leccarsi i baffi!

Conservazione

Una fetta tira l’altra, ma per conservare la crostata di cachi freschi riponetela in un luogo fresco e asciutto, meglio se al buio e sotto una campana di vetro. Si conserverà per due-tre giorni.

Varianti

Sempre per restare in tema autunno, si possono usare altri ingredienti della stagione per creare la propria crostata di cachi preferita. Come la crostata di cachi e noci o la crostata di cachi e amaretti. In entrambi i casi basterà aggiungere un po’ di noci o amaretti sbriciolati alla crema di cachi e, o dare un’ultima frullata, o mescolare con un cucchiaio. La variante senza burro? È la crostata di cachi e ricotta: stesso procedimento ma al posto dei 150gr di burro aggiungete all’impasto 150gr di ricotta

Vini da abbinare

La regola vuole che a un dolce si debba sempre abbinare un vino dolce. In questo caso, avendo scelto della frutta fresca, alla crostata di cachi abbinate dei vini bianchi, dolci, caldi, e con profumo intenso come un Dorato Moscato-Passito.

Parole di Eleonora Russillo