Ciliegie sciroppate: la ricetta da fare in casa

Le ciliegie sciroppate sono utili per insaporire e decorare numerosi piatti, sia dolci che salati. La ricetta è semplice e veloce da preparare.

Ciliegie sciroppate: la ricetta da fare in casa

Foto Shutterstock | Sea Wave

  • facile
  • 1 ora
  • 4 Persone
  • 80/porzione

Fresche e gustose, le ciliegie sciroppate sono facilissime da preparare, oltre che davvero buonissime. Gli ingredienti che servono per la ricetta delle ciliegie sciroppate sono pochi e facili da reperire. Le ciliegie sono uno dei frutti estivi per eccellenza: frutto del ciliegio – il cui nome scientifico è Prunus Avium – queste hanno un gusto dolce con punte di acidulo e possono essere utilizzate per decorare e insaporire dolci, cocktail e piatti salati. Esistono diverse marche di ciliegie sciroppate al supermercato, ma come fare le ciliegie sciroppate con le nostre mani? Scopriamolo.

Ricetta ciliegie sciroppate

La ricetta delle ciliegie sciroppate è semplice e veloce da preparare. Il consiglio è quello di utilizzare, per la preparazione, delle ciliegie fresche da lavare e denocciolare. Un barattolo di frutta sciroppata resta a disposizione per molto tempo ed è possibile usarlo come più vi piace

Ingredienti

  • Ciliegie mature 2 kg
  • Zucchero di canna 200 gr
  • Acqua 1 litro
  • Vasetti in vetro con chiusura ermetica 2

Preparazione

  1. Per iniziare, scegliete delle ciliegie che siano fresche e non macchiate, scartando quelle rovinate o molli;

  2. Lavate le ciliegie, scolatele e riponetele sopra un telo pulito;

  3. Eliminate il nocciolo e il picciolo, se non le avete trovate denocciolate;

  4. Fate asciugare le ciliegie;

  5. Lavate e asciugate bene i vasetti e i loro coperchi;

  6. Per sterilizzare i vasetti, riponeteli all’interno di una pentola che sia foderata con dei canovacci puliti che separino i vasetti gli uni dagli altri;

  7. Riempite la pentola con dell’acqua e fate bollire per una mezz’oretta;

  8. Spegnete il fuoco e fate raffreddare i vasetti su un canovaccio;

  9. Fate bollire un litro di acqua;

  10. Aggiungete lo zucchero, facendo bollire fino a che si crei un composto omogeneo e denso;

  11. Una volta fatto, mettete le ciliegie dentro i contenitori di vetro e riempiteli con lo sciroppo ancora caldo, coprendole in modo che restino circa due centimetri dal bordo;

  12. Attenzione che non vi siano bolle d’aria all’interno dei vasetti;

  13. Chiudete i vasetti ermeticamente.

Come fare le ciliegie sciroppate

In alternativa, come fare le ciliegie sciroppate? Esistono varianti delle ciliegie sciroppate, che riguardano l’aggiunta di alcuni ingredienti. Alla ricetta spiegata, è possibile aggiungere a piacere altri ingredienti come il limone: in questo caso, non dovrete far altro che ricorrere a un limone biologico, la cui scorza fatta a pezzetti andrà aggiunta ad acqua e zucchero durante la preparazione. Nella ricetta delle ciliegie sciroppate, inoltre, potreste aggiungere cannella, vaniglia, chiodi di garofano, liquore o altri ingredienti a vostro piacimento. In cucina, la fantasia vince sempre!

Conservazione delle ciliegie sciroppate

  Le ciliegie sciroppate vanno conservate in un luogo asciutto, che sia riparato dai raggi solari e da fonti di calore, per circa trenta giorni prima di poterle consumare. Le ciliegie sciroppate, chiuse ermeticamente, possono essere conservate per circa sei mesi; una volta aperte, potrete conservarle in frigorifero per circa quattro giorni.

Consigli

Per la preparazione delle ciliegie sciroppate, quali ciliegie scegliere? Il consiglio è quello di optare per le ciliegie duroni, che sono più succose. Anche le ciliegie di Vignola sono particolarmente gustose e profumate. Ricordate che i vasetti vanno tappati immediatamente e non dimenticate di etichettarli sempre, scrivendo la data di preparazione.

Proprietà e benefici delle ciliegie

Depurative e disintossicanti, le ciliegie vantano proprietà diuretiche e lassative, oltre ai numerosi benefici che apportano all’organismo: questo frutto è, ad esempio, utile per combattere i gonfiori addominali e i radicali liberi, oltre che per contribuire al buon funzionamento delle difese immunitarie. Le ciliegie sono ricche di vitamina A, vitamina C, acido folico, potassio, calcio, fosforo, magnesio, fibre e flavonoidi. Attenzione, però, perché le ciliegie sciroppate sono particolarmente ricche di zucchero, pur confermandosi una buona fonte di vitamine, sali minerali e fibre.

Parole di Elena Arrisico