Hai un nuovo tatuaggio? Ecco cosa devi fare

È importante prendersi cura dei propri tatuaggi. Ecco quindi alcuni consigli da seguire affinché guariscano correttamente

tatuaggi ragazza

Foto Unsplash | Annie Spratt

I tatuaggi sono come i cioccolatini: uno tira l’altro. Dopo il primo è quasi impossibile riuscire a far andare via il desiderio di voler imprimere sulla propria pelle un altro disegno, o una frase, che ci piacciano o siano legate ad eventi importanti della nostra vita. I tatuaggi, qualunque essi siano, sono sempre espressioni artistiche della nostra persona e bisogna prendersene cura molto attentamente.

Questo perché scegliere di fare un tatuaggio non riguarda solo prendere una decisione importante, ma è anche una scelta (più o meno) permanente. Proprio per questo è importante prendersene cura nel modo giusto di modo che il tatuaggio non si rovini nel tempo.

La cura dei tatuaggi è importante perché rappresentano un cambiamento permanente del corpo e devi essere sicuro che guariscano correttamente per evitare cicatrici, perdite di pigmento o infezioni” ha detto a Hellogiggles Brian Keith Thompson, CEO di Body Electric Tattoo.

Ecco quindi alcuni consigli per prendervi cura dei vostri tatuaggi.

Lavalo regolarmente

Mantenere il proprio tatuaggio fresco e pulito è fondamentale per la sua guarigione e per evitare che si rovini nel corso degli anni. Il suggerimento è quindi quello di lavarlo con regolarità utilizzando sapone delicato antibatterico e acqua tiepida. Questo procedimento, secondo gli esperti, va ripetuto dalle due alle tre volte al giorno.

Va ricordato, inoltre, che è normale che nelle prime 24 il tatuaggio “trasudi” un po’ di sangue e che questo avvenga anche nei giorni successivi. Proprio per questo andrà pulito regolarmente, per mantenere l’area pulita ed evitare il rischio di fastidiose infezioni.

Una volta lavato, inoltre, il tatuaggio dovrà essere ben asciugato e lasciato respirare. Dovrà poi essere coperto con un cerotto traspirante.

Coprilo bene ed evita di toccarlo con le mani, soprattutto se non sono pulite

Prima ancora del lavaggio, il tatuaggio una volta ultimato sarà ricoperto dal tatuatore con una benda pulita e trasparente. Questo, secondo gli esperti, serve a sigillare il tatuaggio e a mantenere la zona interessata pulita e protetta dai batteri.

Il consiglio, fondamentale per la cura e la durata del tatuaggio, è quello di evitare di toccarlo con le mani, soprattutto quando sono sporche. È bene non sottovalutare questa cosa, perché toccarlo quando non si dovrebbe potrebbe portare a infezioni e ad una scorretta guarigione del vostro tattoo.

Tienilo idratato con una crema per tatuaggi

È importante, per la corretta guarigione del tatuaggio, tenerlo idratato attraverso l’applicazione di un crema apposita che non contenga profumi e sia delicata sulla pelle.

La semplice e vecchia vaselina coperta con un cerotto è la cura più semplice ed efficace” ha spiegato a Hellogiggles il dottor Orit Markowitz.

Inoltre, non bisogna esagerare. Il tatuaggio, quindi, non va “caricato” di crema. Basterà infatti una piccola quantità nella zona interessata per tenerlo idratato.

Evita di esporre il tuo tatuaggio alla luce del sole

Per la corretta guarigione del vostro tattoo è fondamentale evitare di esporlo alla luce del sole. Bisogna sempre tenere a mente che è come avere sulla pelle una “ferita aperta” e che a questa non piace essere esposta direttamente ai raggi solari che possono interferire con la sua corretta guarigione.

Non togliere mai le croste

Il tatuaggio, all’inizio, tenderà a formare delle piccole croste. Questo può essere fastidioso, ma è bene evitare di eliminare le croste, perché questo potrebbe lasciarvi cicatrici e compromettere il risultato. Infatti, togliendo le croste, si potrebbero rimuovere anche parti d’inchiostro.

Inoltre, dovrete sempre monitorare la “salute” del vostro tattoo. Questo perché, se dovesse diventare rosso e iniziare a gonfiarsi, potrebbe aver fatto infezione e quindi dovreste subito contattare il vostro medico o il vostro tatuatore di fiducia.

Leggi anche: Tatuaggi temporanei: vantaggi e idee per tattoo non indelebili

Parole di Benedetta Minoliti

Benedetta Minoliti, nata a Milano il 24 marzo 1993. Sono laureata in Lettere moderne all’Università degli Studi di Milano e diplomata presso la Scuola di Giornalismo dell’Università Cattolica di Milano. Non esco mai di casa senza le cuffie, ascolterei la musica anche mentre dormo e adoro scattare polaroid. Collaboro con AlaNews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.