La Regina Elisabetta amava fare queste cose, e sì, c'entrano le borse

Esaminiamo altre 4 curiosità sulla Regina Elisabetta, la monarca più longeva e con il regno più lungo. Ci sono particolari non conosciuti che vedremo in questo articolo.

La Regina Elisabetta amava fare queste cose, e sì, c’entrano le borse

Foto [email protected]

La Regina Elisabetta nei suoi 70 anni di regno è stata sempre ligia e fedele al protocollo. Ma, come in tutte le vite, soprattutto in quelle longeve, non mancano le curiosità, anche quelle poco conosciute.

In questo articolo ne esaminiamo altre 4, le ultime.

Il codice della borsa

La regina Elisabetta riceve un premio con la borsetta alla sua sinistra
Foto Instagram @theroyalfamily

La regina Elisabetta portava sempre con sé una borsetta. Ma la borsa non era solo un accessorio, ma serviva anche ad informare i suoi dipendenti sul suo stato d’animo. Il codice era il seguente:

  • se indossava la borsa sul braccio sinistro, andava tutto bene;
  • se metteva la borsa sul pavimento alla sinistra, voleva essere portata fuori da una situazione imbarazzante;
  • se la bora veniva posizionata su un tavolo, significava che la regina era annoiata.

Il codice della borsa è stato riportato in varie biografie, ma non è mai stato confermato dalla famiglia reale.

Sapevi che la Regina era un meccanico addestrato?

Non solo Elisabetta amava il suo popolo e amava governare, ma era anche un’automobilista e un meccanico addestrato. Aveva ricevuto questa formazione durante la seconda guerra mondiale.

La Regina Elisabetta e il Principe Filippo erano lontani parenti

La regina Elisabetta in rosso e suo marito il principe Filippo
Foto Instagram @theroyalfamily

Lei e il suo defunto marito, il principe Filippo, erano lontanamente imparentati: la regina Vittoria, vissuta dal 1819 al 1901, era la trisavola di entrambi.

La Regina Elisabetta festeggiava due compleanni

Il suo compleanno veniva festeggiato due volte l’anno.

La regina era nata il 21 aprile 1926. Ma poiché il clima sulla penisola britannica era prevalentemente piovoso ad aprile, il compleanno veniva festeggiato con i suoi sudditi un sabato di giugno, quando il tempo è migliore.

Parole di Imma Duni