Principe Filippo è morto: addio al marito della Regina Elisabetta

Ci lascia, a quasi 100 anni, il Principe Filippo. Una vita all'ombra della moglie, regina d'Inghilterra e della loro unione. L'addio della Royal Family e dei sudditi al duca di Edimburgo

12
La storia del principe Filippo e della regina Elisabetta II

Inghilterra in lutto per la morte del principe Filippo, consorte inseparabile e discreto della regina Elisabetta II. Nero il cuore della Royal Family e di tutti i sudditi del Regno Unito, che dicono addio all’uomo (apparentemente ombra) che ha contribuito a tenere in piedi la Corona nel silenzio delle segrete stanze reali.

Principe Filippo è morto

È morto all’età di quasi 100 anni il principe Filippo, marito della regina Elisabetta II e padre del principe Carlo.

Il consorte della regina Elisabetta era stato dimesso di recente dopo alcune settimane in ospedale a Londra, a causa di una non meglio precisata infezione (non legata al Covid) cui si erano aggiunti problemi al cuore.

Lo ha annunciato la regina in una nota diffusa da Buckingham in cui la sovrana esprime “profonda tristezza” per la perdita “dell’amato marito”.

Un carattere apparentemente schivo e poco incline a dispensare raggi di sole, il suo, che secondo alcuni tabloid inglesi sarebbe stato il vero motore immobile che ha traghettato l’architettura della monarchia inglese lungo gli ultimi decenni.

Un uomo-sfinge, dall’impenetrabile mondo interiore e capace di tenere salde le redini di una famiglia, quella reale, non sempre facile da gestire e ‘vendere’ al popolo confezionata nella formula dell’equilibrio perfetto. L’immagine della Corona è passata anche attraverso la sua imperturbabile presenza scenica, in quella flemma in salsa british che ha accarezzato ere di gioia ma anche indicibili dolori (e scandali potenzialmente devastanti).

Dalle vicende coniugali ed extraconiugali del figlio Carlo alla morte di Lady Diana, passando per il sisma mediatico-giudiziario intorno alle accuse di molestie sessuali contro il figlio Andrea, c’è una galassia di eventi dal sapore amaro a cui il principe ha fatto fronte con discrezione, ma, si dice, con assoluto pugno di ferro.

Così sarebbe stato anche per la clamorosa svolta imposta all’assetto dei Windsor dallo ‘scisma’ della Megxit, quando Filippo avrebbe lavorato a un tavolo di intesa tra la regina, Harry e Meghan Markle per scongiurare il definitivo inabissamento della Corona.

La storia del marito di Elisabetta II

Il principe Filippo Mountbatten, duca di Edimburgo, è nato il 10 giugno 1921. La sua storia è legata, giocoforza, alle luci abbaglianti della monarchia inglese, e in parte da esse è stata oscurata.

Sua moglie, la regina Elisabetta II, gli ha ceduto il titolo di Lord High Admiral della Royal Navy in occasione del suo novantesimo compleanno, festeggiato in pompa magna nel 2011. Con Sua Maestà si è sposato il 20 novembre 1947, e la coppia ha avuto quattro figli: Carlo, Anna, Andrea e Edoardo.

In realtà, Filippo aveva nobili origini indipendentemente dall’unione con la sovrana d’Inghilterra: nato principe di Grecia, era nipote del re di Grecia Costantino I ed è proprio ai suoi sfavillanti titoli da celibe che ha rinunciato per salire all’altare con la sua amata.

Nel Regno Unito ha adottato il cognome Mountbatten e, dopo le nozze, è diventato duca di Edimburgo, conte di Merioneth e barone Greenwich. La regina lo ha creato principe del Regno Unito 10 anni dopo il ‘sì’, nel 1957.

Un matrimonio, 5 curiosità

Intorno alle nozze super osservate del principe Filippo e The Queen gravitano diverse curiosità. Cinque, in particolare, sono quelle che più rappresentano il sigillo di un’unione capace di resistere ai fisiologici urti della fama e dell’attenzione mediatica.

Parole di Giovanna Tedde