Maskne o acne da mascherina: come prevenirla con le mascherine in seta

Consigliata da uno dei più famosi dermatologi statunitensi, la mascherina in seta aiuterebbe a prevenire Maskne, ovvero l’acne da mascherina

Masherina in seta

Foto Getty Images | Sean Gallup

Da domani, 8 ottobre, l’uso delle mascherine diventa obbligatorio anche all’aperto (se si è vicino a persone non congiunte). La misura, approvata questa mattina alla Camera, rientra tra le regole essenziali per contrastare la nuova ondata di Covid-19.

Se le mascherine chirurgiche, insieme alle FFP2 e alle FFP3, rappresentano il metodo più sicuro per contrastare il contagio, negli ultimi mesi hanno riscontrato grande successo anche altre tipologie di mascherina, come quelle in cotone e ora persino quelle in seta.

Quest’ultima, in particolare, viene consigliata da uno dei più famosi dermatologi americani, Howard Sobel, per prevenire la cosiddetta acne da mascherina.

Maskne: ecco le cause dell’acne da mascherina

Indossare la mascherina rappresenta senza dubbio una delle misure di contrasto al contagio più efficaci. Tuttavia, è stato osservato che tenere le mascherine protettive per molte ore può, in alcuni casi, causare o esacerbare acne o altre problematiche della pelle.

Nasce così il neologismo Maskne, dai termini “mask” e “acne”, per indicare questa specifica irritazione cutanea che insorge a causa dell’uso prolungato della mascherina. L’attrito costante della mascherina contro il viso, l’umidità che deriva dalla respirazione e la crescita di batteri possono infatti esacerbare alcune problematiche della pelle, come acne, brufoli o dermatiti. Ovviamente, si tratta di un effetto collaterale trascurabile, considerando l’essenziale protezione che la mascherina ci assicura.

Come prevenire Maskne con le mascherine in seta

Tra i metodi per prevenire l’acne da mascherina si consiglia, oltre a una quotidiana e profonda detersione della pelle, l’uso delle mascherine in seta. Il suggerimento arriva da uno dei maggiori dermatologi statunitensi, Howard Sobel, votato Best Cosmetic Dermatologist 2020 dal New York Magazine.

Intervistato qualche giorno fa dalla rivista americana Refinery29, il dermatologo ha spiegato quali sono i benefici delle mascherine in seta per coloro che riscontrano irritazioni cutanee a causa dell’uso della mascherina.

I benefici della seta per la pelle

Le mascherine di seta rappresentano una protezione efficace contro il contagio e prevengono anche le irritazioni del viso“, afferma Howard Sobel, dermatologo al Lenox Hill Hospital e fondatore di Sobel Skin.

È stato dimostrato che il cotone con un numero elevato di fili e la seta naturale possono filtrare efficacemente le particelle“. Con l’aumento dell’acne da mascherina, la seta può dunque rappresentare una valida – se non più efficace – alternativa al cotone. “Sono particolarmente indicate per le pelli sensibili”, continua il dottor Sobel. “La seta è infatti un materiale rinfrescante, naturalmente ipoallergenico, non ostruisce i pori e tende ad assorbire meno umidità del cotone”.

Parole di Alanews