Liu jo: primavera estate 2009

Ecco per voi la collezione Liu Jo primavera estate 2009, che rispecchia due tendenze principali, il Military chic e il Folk Remix. La prima è composta da capi d’abbigliamento in stile militar, addolciti da dettagli chic, mentre la seconda conferma la tendenza hippy dell’estate 2009. Cristalli, pietre e paillettes sono pronti a far risplendere di luce gli abiti folk e le divise militari, per un effetto raffinato ed elegante.

Liu Jo primavera estate

La collezione Liu Jo primavera estate 2009 è disegnata pensando a ragazze che amano viaggiare, divertirsi e vestire un look giovane e cosmopolita.
La linea primavera estate 2009 di Liu Jo si può fondamentalmente dividere sotto due tendenze principali, il Military chic e il Folk Remix.
 
Del military chic fanno parte capi d’abbigliamento in stile militare, addolciti e resi iper femminili da dettagli, come dice appunto il nome, chic.
 
I tessuti di questa collezione sono i protagonisti principali, si tratta del camouflage, del jersey di seta, delle tele seta, e delle mussole di cotone. Poi c’è il pizzo Sangallo a ravvivare il cotone, che come vi abbiamo spesso ricordato è una delle maggiori tendenze di quest’estate.
 
Per finire appare il patchwork di tessuti nobili in tinto filo dall’aspetto usurato, poi cupro e taffettà. Uno stile che si ispira agli anni Cinquanta, con grossi cinturoni che stringono il punto vita e mettono in risalto la silhouette femminile.
 
Pietre e cristalli ricoprono gli abiti e gli accessori, a creare contrasto con il look rigido e maschile dello stile militare, tra cui compaiono anche miniabiti, cardigan e cache coeur, capi di grandde femminilità.
 
La linea Folk Remix invece interpreta una donna nomade e sognatrice, vestita con un look gitano, che conferma la tendenza hippy dell’estate 2009. La parola d’ordine qui è il contrasto. Minigiacche e maxi abiti, gonne lunghe e cardigan corti e così via.
 
Anche qui ci sono cristalli e paillettes pronti a far risplendere di luce gli abiti folk, ma anche a rendere eleganti e raffinate le stampe in maltinto, anche con l’aiuto del lurex e della viscosa.

Parole di Ritana Schirinzi