Ellen Page annuncia di essere trans: "Chiamatemi Elliot"

Una lettera d'amore a sé stessi, un atto di coraggio e onestà in una società che ancora fatica ad accettare le differenze

ellen page

Foto Getty Images | Paul Morigi

La star di Juno e della serie tv Umbrelly Acadamy, noto fino a oggi con il nome Ellen Page, ha annunciato di essere trans. Lo ha fatto con una lunga lettera aperta, in cui, con coraggio e intelligenza, ha raccontato il percorso intrapreso anni fa per trovare la sua vera identità.

Il coraggio di essere sé stessi

Ciao amici, voglio condividere con voi che sono una persona trans e il mio nome è Elliot. Mi sento fortunato a scrivere queste parole e di essere qui. Di aver raggiunto questo punto della mia vita“, inizia così il messaggio che Elliot Page trasmette ai suoi fan.

Un messaggio che, nel giro di poche ore, si diffonde ovunque, raggiungendo i più disparati angoli del pianeta: una lettera d’amore a sé stessi, un atto di coraggio e onestà in una società che ancora fatica ad accettare le differenze. “Non riesco a esprimere quanto sia straordinario amare finalmente chi sono e proseguire la mia vita come l’autentico me stesso“, scrive Elliot.

Canadese, 33 anni, circa sei anni fa aveva annunciato di essere gay e ora, con un post sui suoi profili social, svela la sua vera identità: trans “non binario”. Per evitare fraintendimenti, ricordiamo che con identità non binarie ci si riferisce alle identità di genere che non corrispondono completamente né al genere maschile né a quello femminile.

L’impegno per la comunità LGBT

Dal suo coming out nel 2014, Ellen Page, ora Elliot, ha portato avanti una strenua battaglia per il riconoscimento dei diritti della comunità LGBT. In particolare, con la docu-serie “Gaycation“, mise a nudo le discriminazioni che colpiscono gay e trans, lesbiche e bisessuali, in diversi paesi del mondo. Dal Giappone agli Stati Uniti, dall’Ucraina al Brasile, la star di Juno raccontò cosa volesse dire “essere diversi” nella società di oggi.

Un battaglia che l’attore canadese non ha intenzione di abbandonare, scrivendo: “Offrirò tutto il supporto possibile e continuerò a lottare per una società più amorevole ed equa“. L’incontro con le comunità LGBT di tutto il mondo è stato fondamentale nel percorso della star, che oggi, per la prima volta, trova il coraggio di dichiarare al mondo la sua vera identità.

A loro e a tutte le persone che l’hanno sostenuto in questi anni, vanno i ringraziamenti più sentiti dell’attore canadese: “Sono stato infinitamente ispirato da molte persone appartenenti alla comunità trans. Grazie per il vostro coraggio, la vostra generosità e il lavoro incessante che portate avanti ogni giorno per rendere questo mondo un luogo più inclusivo e compassionevole.

Parole di Linda Pedraglio