Digiuno intuitivo: cos'è, come funziona e perché è diverso da quello intermittente

Considerato lo yoga per il metabolismo, il digiuno intuitivo è l'ultima tendenza per il dimagrimento: ecco di cosa si tratta!

Gwyneth Paltrow

Foto Getty Images | Scott Gries

Tra le tendenze in crescita nell’ultimo periodo si segnala quella del digiuno intermittente, una dieta dimagrante, basata sull’alternanza di pasti regolari e momenti di digiuno. Ma nelle ultime settimane si sta facendo strada un’altra tendenza: il digiuno intuitivo. Inventato da Will Cole, medico funzionale e chiropratico, il digiuno intuitivo ha tra i suoi sostenitori più celebri l’attrice statunitense Gwyneth Paltrow, che con un discutibile post su Instagram ha parlato dei presunti benefici del digiuno intuitivo. Ma cosa si intende esattamente con digiuno intuitivo? E in cosa si differenzia dal digiuno intermittente?

Digiuno intuivo e digiuno intermittente: le differenze

Come accennavamo in precedenza, il digiuno intermittente prevede un intervallo di 16 ore, in cui si digiuna, e un periodo di 8 ore, in cui si possono consumare dai 2 ai 3 pasti. Ad esempio, se fai il tuo primo pasto alle 12:00, dovrai consumare l’ultimo entro le ore 20:00. A differenza del digiuno intermittente, che stabilisce esattamente due intervalli di tempo, il digiuno intuivo non è altro che un approccio flessibile per praticare quello intermittente. La chiave per avvicinarsi a questo tipo di pratica è usare gradualmente il digiuno come strumento per ripristinare le cattive abitudini alimentari.

Leggi anche: Si può bere caffè durante il digiuno intermittente?

Secondo Cole, è lo yoga per il metabolismo!

Secondo il suo ideatore, se fatto bene, il digiuno intermittente può aiutare le persone a stare senza cibo anche per 12 ore, senza accusare stress, fame o malumore. La differenza tra digiuno intermittente e intuitivo è che il digiuno intuitivo ti consente di personalizzare il tuo digiuno. In questo modo è possibile digiunare per periodi di tempo più o meno lunghi in base alle esigenze personali di ciascuno.

Di tutti i diversi modi di mangiare che ho provato nel corso degli anni – dal macrobiotico al vegan – ecco cosa ha funzionato per me: mangiare in modo intuitivo“, ha scritto Paltrow nella prefazione del libro di Cole. “Quando mangio ciò che mi sembra giusto, mi sento al meglio”, ha concluso l’attrice. Anche se sembra un paradosso, secondo Cole, anche il digiuno può essere intuitivo: “È una specie di yoga per il tuo metabolismo“, ha spiegato Cole.

Benefici del digiuno intuitivo: la comunità scientifica si divide

Secondo il chiropratico Cole, il digiuno intuitivo aiuta a migliorare la flessibilità metabolica ed è collegato a diversi benefici, come un migliore controllo della glicemia e la riduzione di malattie croniche. Ma, nonostante le promesse di Cole e i toni entusiastici di Gwyneth Paltrow, i ricercatori sostengono che alcune affermazioni sul digiuno intuitivo vanno oltre ciò che le prove possono supportare. Alcuni dietisti ritengono inoltre che l’approccio non sia all’altezza del “mangiare intuitivo”, la nuova frontiera del dimagrimento per aiutare le persone a sviluppare un rapporto migliore con il cibo.

Prima di intraprendere qualsiasi regime alimentare, si consiglia di consultare il proprio medico.

Parole di Linda Pedraglio