Come idratare la pelle dopo l'abbronzatura: i consigli degli esperti

Idratare la pelle in estate è importante, soprattutto dopo un pomeriggio di esposizione: il doposole è davvero così efficace?

Abbronzatura

Foto Getty Images | Ian Waldie

Un’intensa giornata al mare con gli amici e un pomeriggio sotto il sole: a volte la crema non basta. Per prevenire arrossamenti, spellature e pelle secca è necessario idratare la pelle dopo l’esposizione ai raggi solari, soprattutto in estate. Farmacie e negozi propongono di sfruttare il doposole per evitare irritazioni, ma è davvero efficace?

Idratare la pelle d’estate

Prevenire è meglio che curare. Per questo motivo ogni volta che ci si espone al sole è bene spalmarsi sul corpo una crema abbronzante dapprima a protezione elevata e successivamente (gradualmente) a protezione più bassa. Inoltre, è bene bere molta acqua e cercare di evitare l’esposizione diretta al sole nelle ore più calde della giornata. Tuttavia, questi semplici consigli non sempre bastano per evitare di squamarsi.

Pucci Romano, dermatologa e presidente di Skineco, ha quindi chiarito alcuni metodi efficaci per idratare la pelle in estate, in particolare dopo l’esposizione al sole. “Il doposole – sottolinea l’esperta –, è una trovata di marketing. Quello che serve è una buona crema idratante, che andrebbe comunque usata tutto l’anno, e ovviamente a maggior ragione se abbiamo esposto la pelle al sole. Ricordiamo che il sole è un nostro alleato e non va demonizzato. Ma l’abbronzatura, soprattutto se selvaggia, a un certo punto presenterà un conto“.

Il consiglio della dermatologa è privilegiare i prodotti ecodermocompatibili, ovvero quello che non contengono “petrolchimici e siliconi”.

Come scegliere la crema ideale

Una buona crema idratante deve essere anche ricca di grassi, vegetali oppure di sintesi. La dottoressa Romano preme, infatti, su questo punto: “I grassi sono fondamentali per reidratare la pelle“, sostiene. “Noi tutti abbiamo infatti un film idrolipidico, che ricopre la nostra pelle, fatto da sostanze sia acquose (idro) che grasse (lipo), ed è proprio con la crema che dobbiamo cercare di riprodurre questo stesso film. Ci vengono in aiuto dei principi attivi semplici come l’acido ialuronico oppure dei grassi vegetali come il burro di karitè e l’olio di germe di grano oppure di sintesi come colesterolo e ceramidi“.

L’efficacia del doposole: un mito da sfatare?

Tornando, infine, sul doposole, la dottoressa Romano spiega che “si tratta di creme piene di siliconi. È questo tipo di sostanza infatti che conferisce quell’effetto vellutante che piace a tutte noi. Ma dopo aver usato questo tipo di crema si verificherà sicuramente una desquamazione della pelle“.

Parole di Alanews