Audrey Hepburn: come ricreare il suo iconico makeup per occhi da cerbiatta

I grandi occhi dolci dell'attrice sono il frutto di un trucco studiato apposta per esaltare le sue caratteristiche. Noi possiamo adattarlo per ottenere lo stesso effetto senza tempo

Audrey Hepburn: come ricreare il suo iconico makeup

Foto Getty Images | Hulton Archive

L’eye-liner, croce e delizia di tutti gli amanti del makeup: difficilissimo da mettere in maniera precisa, ma capace di incorniciare gli occhi alla perfezione. Come ha dimostrato la meravigliosa Audrey Hepburn: il suo sguardo da cerbiatta era soprattutto merito di un tratto nero sottile con una codina appena accennata, capace di rendere più dolce lo sguardo, il tutto enfatizzato dalle ciglia a ventaglio.

I trend nel makeup cambiano spesso: ora l’eye-liner si usa colorato oppure applicato in modo da donare uno sguardo molto sexy, ma nel 2021 chissà a cosa toccherà. Invece, l’iconico makeup dell’attrice di Colazione da Tiffany, così leggero ma sofisticato, non passa mai di moda. Scopriamo insieme gli step per realizzarlo!

Audrey Hepburn: come ricreare il suo eye-liner

Innanzi tutto servono un po’ di pazienza e pratica: non è facile prendere subito dimestichezza con l’eye-liner, che vuole molta precisione. Per questo, sempre meglio avere a portata di mano un cotton fioc imbevuto di struccante così da correggere in maniera immediata eventuali sbavature.

Prima di cominciare, dobbiamo studiare bene la forma del nostro occhio e capire quanto spazio abbiamo, quali volumi rispettare e quali punti di riferimento prendere. Dopotutto, bisogna anche dire che questo makeup venne studiato apposta per Audrey da uno dei più grandi makeup artist cinematografici, ovvero Alberto De Rossi. Quest’ultimo truccò molte meravigliose star, come Claudia Cardinale e Maria Callas, e fu anche il creatore dell’iconico trucco di Elizabeth Taylor in Cleopatra. De Rossi, essendosi ammalato, non poté lavorare al film, allora creò dei disegni che la Taylor utilizzò come modello per riprodurlo su di sé.

Dopo aver studiato attentamente il nostro volto, possiamo passare alla pratica.

Stendere l’ombretto

Sembra non ci sia, invece c’è. Naturale e opaco, rende uniforme la palpebra. Con un piccolo pennello morbido da sfumatura, si può applicare anche una tonalità leggermente più scura nell’incavo della palpebra per ingrandire ancora di più l’occhio. Questo step è consigliato soprattutto se avete gli occhi incavati o piccoli.

Disegnare una traccia con la matita

Prima di passare all’eye-liner vero e proprio, meglio scurire (solo) la rima delle ciglia: in questo modo non ci saranno eventuali buchini o spazi. Si può utilizzare un pennello da sfumatura con setole corte per distribuire meglio il prodotto e renderlo meno netto. A questo punto, guardate bene dritto davanti a voi nello specchio e segnate un puntino laddove volete che finisca la codina. Per un effetto Audrey Hepburn, deve andare verso l’alto e non allungarsi troppo oltre l’occhio.

Applicare l’eye-liner

Il momento è arrivato: dobbiamo applicare l’eye-liner. Utilizzare quello liquido è sconsigliato se si è alle prime armi: dà un effetto più vintage, ma la consistenza e il pennello sottilissimo possono essere complicati da gestire. Meglio utilizzarne uno in penna: il tratto è preciso e modulabile (quello di KVD Vegan Beauty è uno dei migliori). Oppure, si può provare quello in gel: con un pennellino angolato sarà più facile applicarlo (Quello di Inglot è considerato il numero 1).

Per fare in modo di seguire bene le ciglia, posizionare lo specchio leggermente sotto di noi, così da guardare verso il basso e seguire bene le curve dell’occhio. La maggior difficoltà è quella di mantenere la linea il più sottile possibile, poiché in questo modo risulterà più delicata ma soprattutto ingrandirà gli occhi: soprattutto nel caso di quelli incavati, più la linea è spessa, più li rimpicciolirà e meno porzione di trucco si vedrà.

Per realizzare la codina, meglio tornare a guardare dritto davanti a sé. Bisogna resistere alla tentazione di tirare la pelle, eseguendo il disegno a occhi aperti. In un secondo momento, potremo tendere dalla tempia per unire eventuali punti rimasti incompleti.

E per finire, mascara

Il tocco finale è il mascara. Le ciglia di Audrey erano ben aperte e separate (pare che de Rossi utilizzasse addirittura uno spillo per dividerle…). Per ottenere questo effetto bisogna usare il piega ciglia e scegliere un mascara con scovolino in silicone e dall’effetto allungante. Avendo cura di effettuare un movimento a zig zag, prendiamo man mano tutte le ciglia e applichiamo il prodotto con precisione, allungandole una a una. E se ancora non ci basta, è il momento delle ciglia finte, in questo caso meglio se a ciuffetti singoli: permetteranno di ottenere il risultato che vogliamo pur rimanendo estremamente naturali.

Parole di Carlotta Tosoni