Milano, donna sgozzata al parco di Villa Litta: era uscita per portare fuori il cane

La donna, 67 anni, è stata ritrovata morta all'alba di giovedì con una profonda ferita da arma da taglio alla gola. Sul posto 118 e polizia scientifica: indagini a tutto campo per capire i contorni del decesso.

da , il

    Milano, donna sgozzata al parco di Villa Litta: era uscita per portare fuori il cane

    Giallo sul ritrovamento di una donna sgozzata a Milano, al parco di Villa Litta. Era uscita insieme al suo cane, la 67enne ritrovata con una profonda ferita alla gola. A lanciare l’allarme un passante, intorno alle 7:20 del mattino, che ha richiesto l’intervento del 118. I sanitari, pur trovando la donna ancora viva, non sono riusciti a strapparla alla morte e le manovre di soccorso si sono rivelate vane.

    Sgozzata al parco di Villa Litta: era uscita con i suo cane

    La profonda ferita da arma da taglio alla gola della donna sarebbe stata fatale. La pista più accreditata è che si tratti di omicidio, ma i contorni di un’eventuale aggressione restano tutti da chiarire.

    Le indagini sono affidate alla Squadra Mobile, dopo che il corpo senza vita della 67enne è stato ritrovato da un passante all’alba, poco distante da una panchina del parco in zona Affori, a Milano.

    Saranno i rilievi sulla scena a fornire un quadro più dettagliato e univocamente indirizzato verso l’ipotesi di omicidio. Le evidenze sul corpo farebbero propendere per una violenta aggressione. La donna era uscita, pare come ogni mattina, insieme al suo cane per una passeggiata. Dalle prime ricostruzioni sarebbe emerso che la donna vivesse nella zona vicina al luogo del ritrovamento.