Natale 2016

Francia contro la Nutella: scoppia la polemica

Francia contro la Nutella: scoppia la polemica
da in Alimentazione, Attualità, Politica
Ultimo aggiornamento:

    ministro francese contro nutella

    Francia contro la Nutella, scoppia la polemica. “Che mondo sarebbe senza Nutella?” recitava il famoso spot. Un mondo peggiore secondo il ministro francese dell’ambiente Ségolène Royal, scagliatasi contro la crema spalmabile più desiderata al mondo. Il motivo? Contribuirebbe alla deforestazione in quanto, tra i suoi ingredienti, compare l’olio di palma. Ferrero ribatte, siamo “in prima linea nel rispetto dell’ambiente” e sui social impazza la polemica: la maggioranza degli italiani alla nutella non vuole proprio rinunciare. “Che la ministra pensi a cose più serie”, replicano in molti, nel frattempo se ne parla.

    “Parlano quelli che fanno scoppiare le oche per il foie gras!”, è uno dei tanti tweet dichiaratamente ostili alle “raccomandazioni” del ministro francese, in seguito alla presa di posizione pubblica, in diretta tv al Grand Journal di Canal +, contro sua Maestà “La Nutella”. “Bisogna smettere di mangiare nutella, per esempio, perché è l’olio di palma ad aver sostituito gli alberi.

    E quindi ci sono danni notevoli”, ha dichiarato la Royal, per non parlare delle conseguenze in termini di deforestazione: “bisogna ripristinare massicciamente gli alberi perché c’è stata una deforestazione massiccia che come conseguenza ha anche il riscaldamento climatico”.

    La Ferrero, dal canto suo, non ci sta dichiarando di aver avviato “la creazione di filiere sostenibili” e di utilizzare “al 100% olio di palma certificato sostenibile per i suoi prodotti confezionati a Villers-Ecalles”. Secondo l’azienda nessuna foresta né altro spazio di alto valore di conservazione sarebbe stato sacrificato in nome della nutella, a dispetto dei sospetti della ministra. A dirla tutta, la polemica non è nuova, nel novembre 2012 Italia e Francia ne discussero animosamente in occasione dell’emendamento Nutella alla finanziaria 2013, teso a incrementare la tassazione dell’olio di palma. Emendamento finito nel dimenticatoio, annullato, perlomeno fino all’attuale intervento della Royal. Sui social intanto impazza la polemica e gli italiani, a giudicare dai tweet, non hanno alcuna intenzione di rinunciare alla crema prelibata.

    GUARDA LO SPOT DELLA NUTELLA INGANNEVOLE CONTRO CUI UNA MAMMA VINSE LA CAUSA

    382

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAttualitàPolitica

    Natale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI