Cuocere a bagnomaria: i segreti per una cottura perfetta

Cuocere a bagnomaria: i segreti per una cottura perfetta

Cuocere a bagnomaria: i segreti per una cottura perfetta

Cuocere a bagnomaria

Per una cottura perfetta a bagnomaria esistono alcuni semplici segreti che vi permetteranno di ottenere un risultato impeccabile. Questo procedimento si incontra in molte ricette e preparazioni, ma il più delle volte non si sa bene cosa fare e come comportarsi. In realtà la cottura a bagnomaria è davvero molto semplice e può essere eseguita in diversi modi. Seguite le indicazioni della ricetta per scegliere la modalità più opportuna. In ogni caso, avrete sempre bisogno di due pentole o tegami di differente grandezza. Foto di Rebecca Siegel

Cuocere a bagnomaria sui fornelli

Bagnomaria sui fornelli

La cottura a bagnomaria può essere effettuata direttamente sui fornelli. Questo metodo è spesso indicato per preparare creme e salse, ma anche per sciogliere ingredienti come la cioccolata. In questo caso, basta riempire una casseruola o una pentola con dell’acqua. All’interno della casseruola ponete una pentola o un tegame più piccolo che utilizzerete per cuocere, riscaldare o fondere gli ingredienti. Foto di Julia Buchner

Cuocere a bagnomaria in forno

Bagnomaria in forno

La cottura a bagnomaria si può effettuare anche in forno. Questo metodo di cottura è indicato per budini, soufflè o preparazioni simili. In questo caso, riempite una teglia da forno con l’acqua e all’interno posizionate gli stampini o un tegame più piccolo con le preparazioni da cuocere. Foto di Ronald Woan

Consigli per cuocere a bagnomaria

Consigli cottura a bagnomaria

Per una cottura perfetta riempite la pentola o il tegame più grande fino a ¾. La cottura a bagnomaria è indicata per i cibi particolarmente delicati che di conseguenza di brucerebbero a diretto contatto con il fuoco. Questa tecnica può essere utilizzata anche per riscaldare o mantenere in caldo le pietanze. In questo caso l’acqua dovrà quasi raggiungere il bollore. Per sciogliere la cioccolata o per usi simili, invece, l’acqua dovrà essere tiepida. Infine, per preparare mousse e creme l’acqua dovrà essere ben calda, ma mai bollente. Foto di James Montgomerie

Parole di Carmela Giglio

Carmela Giglio è stata una collaboratrice di Pourfemme dal 2013 al 2017, occupandosi principalmente di cucina e ricette.

© 2005-2022 Deva Connection s.r.l - Tutti i diritti riservati.

Pourfemme è supplemento a DesignMag, testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Roma n° 63 del 4 maggio 2022.