Wonton con pollo e gamberetti cinesi

Wonton con pollo e gamberetti

  • facile
  • 20 minuti
  • 2 Persone
  • n.d.

Wonton con pollo e gamberetti

I wonton con pollo e gamberetti sono dei piccoli ravioli cinesi realizzati con una sfoglia di pasta e poi fritti in abbondante olio di semi ben caldo. Per preparare una versione più leggera potete anche cuocere i wonton al vapore oppure in brodo. Il ripieno, invece, viene realizzato tritando pollo, gamberetti e cipollotto e mescolando con albume, salsa di soia, sale e zenzero. I wonton vengono preparati anche in altre varianti; una ricetta tradizionale cinese prevede un ripieno di carne di maiale, sake e funghi. In alternativa potete combinare carne, pesce e verdure e realizzare tantissime varianti differenti. I wonton sono quindi dei classici antipasti cinesi ideali per iniziare al meglio una cena dai sapori orientali. Provateli e non ve ne pentirete!

Ingredienti

  • Petto di pollo 40 gr
  • Gamberi o gamberetti 40 gr
  • Fogli di pasta pe wonton 8
  • Cipollotto 1
  • Salsa di soia un cucchiaino
  • Zucchero un pizzico
  • Albume 1
  • Zenzero grattugiato q.b.
  • Olio di semi q.b.
  • Sale q.b.

Preparazione

  1. Con l’aiuto di un frullatore o di un robot da cucina frullate insieme il pollo, i gamberi e il cipollotto. Versate in una ciotola e unite un pizzico di zenzero grattugiato e di zucchero, l’albume, la salsa di soia e il sale. Mescolate gli ingredienti con un cucchiaio.

  2. Su un piano di lavoro leggermente infarinato stendete i fogli di pasta per wonton. Ricavate dei rettangoli e al centro versate un cucchiaino di ripieno. Chiudete i wonton realizzando dei triangoli. Ricordate di sigillare bene i bordi spennellando con un po’ di acqua. Friggete in wonton in abbondante olio di semi ben caldo, eliminate l’olio in eccesso utilizzando un po’ di carta assorbente e serviteli. Foto di Henry Ngo

Consigli

I fogli di pasta per wonton sono abbastanza delicati; fate quindi attenzione a non romperli. Servite i wonton appena fatti accompagnandoli con salsa agrodolce o salsa di soia.

Parole di Carmela Giglio

Da non perdere