Tingersi i capelli in casa: i segreti per un risultato perfetto

Semplici da usare e molto più economiche di una seduta dal parrucchiere. Scopriamo assieme quali utilizzare a partire dai consigli per stenderle da sole sui capelli.

Tingersi i capelli a casa

Foto Shutterstock | Olena Chukhil

Tingersi i capelli in casa è sicuramente un’opzione che tenta molte donne, soprattutto in questo periodo di crisi. Si tratta, in effetti, di un bel modo per risparmiare, visti i costi di un trattamento professionale completo dal parrucchiere, ma per avere risultati ottimali occorre seguire scrupolosamente precise regole. Se eseguite tutto a dovere, ad esempio, sarà difficile distinguere tra meches fai da te e quelle professionali, a meno che, naturalmente, non desideriate effetti particolari come i colpi di sole (anche se per le più esperte è comunque possibile aspirare a effetti davvero strepitosi). Il consiglio è di affidarsi a se stesse solo se si è sicure di saper procedere, diversamente si corre il ischio di non ottenere l’esito sperato o, peggio, di creare danni a capelli e cute.

Continua a leggere

Se il vostro scopo è semplicemente quello di coprire i primi capelli bianchi o di ravvivare il vostro colore naturale con un riflesso luminoso, allora potete tranquillamente provare a realizzare il vostro intento comodamente a casa vostra, acquistando una delle tante confezioni che si trovano in profumeria, in erboristeria o al supermercato. A patto di seguire qualche regoletta! Vediamo tutti i segreti su come tingersi i capelli da sole… perfettamente! 

Continua a leggere

Come tingersi i capelli in casa

C’è chi opta per il parrucchiere e non saprebbe rinunciarvi, chi vuole tingersi i capelli in maniera naturale, chi sceglie la decolorazione e chi, invece, cerca tinture per capelli anallergiche e tinture naturali. Partiamo con le tre differenti qualità delle tinte che potete trovare in commercio: riflessante (che vi permetterà di avere un bel riflesso carico che darà risalto al vostro colore naturale, ma che andrà via dopo qualche shampoo, può andare bene per un’occasione speciale), semipermanente (anche questa colorazione tende a scaricare dopo qualche settimana di lavaggi), infine le tinture permanenti, sicuramente le più usate perché permeano il capello proprio come le tinte professionali e coprono i capelli bianchi. Queste ultime, anche se a volte le confezioni sono un po’ ingannevoli, contengono sempre sia ossigeno che ammoniaca, specialmente le colorazioni che vanno verso le nuances del biondo o comunque del cenere.

Continua a leggere

Tinture: come scegliere il colore giusto

Per tingersi i capelli fai da te occorre prestare molta attenzione. Ipotizziamo che vogliate appunto effettuare una bella tintura permanente sulla vostra capigliatura, per la prima volta, ma come regolarvi? Intanto, scegliete una tonalità vicina al vostro colore naturale, e di circa due gradazioni più chiara rispetto al risultato che volete ottenere. Esemplificando, se desiderate dei capelli castano ramati, prendete la confezione che dice “castano chiaro ramato” o “biondo scuro ramato”. Se avete i capelli molto lunghi e molto folti, meglio acquistarne due confezioni e usarle tutte due interamente (mai conservare una boccetta di tintura a metà!!).

Tintura permanente, come applicarla

Veniamo alle regole per l’applicazione della tintura che avete scelto. Dovete munirvi di guanti in lattice (di solito sono inclusi nella confezione, ma noi vi consigliamo di acquistarne altri che siano della vostra misura) e un bel pennello per tintura. Nella scatola troverete due prodotti da emulsionare insieme in una boccetta con erogatore, che sarà quella che adopererete per stendere il colore sui capelli. Prima, però, di tingersi i capelli a casa, se è la prima volta che adoperate questi prodotti, dovete fare un piccolo test allergologico, seguendo le indicazioni che sono presenti nella confezione stessa, per essere certe di non andare incontro a reazioni allergiche.

Continua a leggere

Continua a leggere

La tinta va applicata sulle radici dei capelli direttamente e ciocca per ciocca, e considerando che il tempo di posa è di circa 30 minuti, sono proprio le radici che dovranno stare più a lungo a contatto con il colorante. Una volta raggiunte tutte le aree della vostra testa, spennellando per bene in modo che il prodotto si disponga omogeneamente, potete procedere all’applicazione su tutta la lunghezza dei capelli, massaggiando e poi avvolgendoli in uno chignon fino alla fine del tempo di posa. Quando dovrete sciacquare, fatelo iniziando con poca acqua tiepida e massaggiando molto attentamente su tutta la testa, per eliminare qualunque residuo di tinta sul cuoio capelluto. Sciacquate poi a lungo tutta la capigliatura, e terminate l’operazione applicando il balsamo nutriente e fissa-colore che di solito è presente in tutte le confezioni delle migliori marche. Fatto? Ora siete pronte per ammirarvi!

Parole di Giovanna Tedde

Da non perdere