Schemi maglia: gilet in lana

Per l'inverno ormai alle porte ecco uno schema maglia per realizzare un bellissimo gilet in lana ideale per le giornate fredde anche in ufficio o in casa. Lo schema è molto semplice

schemi maglia gilet

Realizziamo un bellissimo gilet in lana da indossare per l’autunno-inverno 2011. Per questo schema maglia vi occorrono: g 450 di filato Lana Naturale Inca colore n. 7; ferri n. 4; ferro ausiliario a due punte; 6 grossi bottoni in tinta; ago da lana con punta arrotondata. Il modello che vedete in foto è una taglia 42 ma tra parentesi vi indichiamo i punti per le taglie 44 e 46. Il campione è 10×10 cm lavorati con i ferri numero 4 a punto astrakan che vi spieghiamo più avanti. Il risultato, vedrete, sarà incredibile. E’ uno schema semplice per un capo molto glam.


I punti utilizzati per realizzare lo schema maglia del gilet in lana sono
: maglia tubolare (avvio e chiusura); punto coste 1/1: punto astrakan (si lav. su un n. di m. multiplo di 4). Quest’ultimo si realizza cosi: 1° f. * 3 m. in 1 m. (= 1 m. dir., 1 m. rov. e 1 m. dir.), 3 m. ins. a rov. *, rip. da * a *; 2° f. e f. pari seg. a rovescio; 3° f. * 3 m. ins. a rov., 3 m. in 1 m. *, rip. da * a *; 5° f. rip. dal 1° f. Poi si usa il punto treccia (si lav. su 14 m.): 1°, 3°, 5°, 7°, 9° e 11° f. a diritto; 2° f. e f. pari seg.: a rovescio; 13° f.: 1 m. dir., 12 m. incr. a sinistra (= mettere 6 m. in sospeso sul ferro ausiliario davanti al lavoro, 6 m. dir., lav. a dir. le m. in sospeso), 1 m. dir.; 15° f. rip. dal 1° f. 
 

Passiamo all’esecuzione dello schema. Avviate 184 maglie (204-224) m. e lav. a p. astrakan. A cm 25 (27-29) di alt. tot., per gli scalfi procedere come segue: lav. Le prime 43 (48-53) m., lasciando in attesa tutte le m. seg. e lav. 40 (45-50) m. a p. astrakan e 3 m. a m. tubolare. A cm 33 (36-39) di alt. tot., per lo scollo del davanti destro intrecc. Sulla destra del lavoro, ogni 2 f., 5 (7-9) m., 2 m. per 2 volte, 1 m. per 3 volte. A cm 16 (17-18) dall’inizio dello scalfo, per lo sbieco della spalla intrecc. sulla sinistra del lavoro, ogni 2 f., 11 (12-13) m., 10 (10-11) m. per 2 volte. Ripr. le ultime 43 (48-53) m. e lav. come fatto per la parte destra, in modo simmetrico. Ripr. le 98 (108-118) centrali rimaste per il dietro, pros. a p. astrakan eseguendo ai lati 3 m. a m. tubolare. A cm 16 (17-18) dall’inizio degli scafi sbiecare le spalle come fatto per i davanti. Intrecc. le m. rimaste. 
 

Per realizzare il bordo in vita avv. 183 (203-223) m. e lav. 4 f. a m. tubolare, poi cont. a p. coste 1/1. A cm 8 di alt. tot, intrecc. tutte le m.. Il bordo a treccia si ottiene avv. 14 m. e lav. a p. treccia. A cm 77 (85-93) di alt. tot. intrecc. le m. Infine il bordo d’abbottonatura: per il bordo del davanti destro avv. 17 m. e lav. 4 f. a m. tubolare, poi cont. a p. coste 1/1. A cm 4 di alt. tot. eseguire 1 occhiello al centro del lavoro; in seguito eseguire altri 4 occhielli, nella stessa posizione dei prec., distribuiti a cm 9,5 (10-10,5) di distanza tra loro. A cm 63 (66-69) di alt. tot. lav. 4 f. a m. tubolare, quindi chiudere le m. con l’ago a p. maglia. Preparare allo stesso modo il bordo per il davanti sinistro eseguendo 1 solo occhiello a cm 60 (63-66) di alt. tot. 
 

Per la confezione e le rifiniture procedete cucendo le spalle. Ripr. 99 (105-111) m. attorno allo scollo dietro e davanti e lav. a p. coste 1/1 aumentando ai lati, all’interno di 2 m., 1 m. ogni 6 f. per 6 volte; a cm 11 di alt. tot. lav. 4 f. a m. tubolare, quindi chiudere le m. con l’ago a p. maglia. Cucire il bordo a treccia al fondo del dietro e di ciascun davanti; cucire il bordo in vita lungo il margine del bordo a treccia lasciando il margine tubolare rivolto verso il basso. Cucire i bordi d’abbottonatura lungo i rispettivi davanti. Attaccare i bottoni sul diritto del bordo del davanti sinistro, in corrispondenza degli occhielli; attaccare l’ultimo bottone sul rovescio del bordo del davanti destro. 
 

Avrete un capo di abbigliamento nuovo e molto trendy.

Parole di Assunta Corbo