Lo yogurt nello svezzamento: quando e quale?

Lo yogurt, come, quando e quale introdurre nella dieta dei bambini: consigli e informazioni utili.

sep18_1

Lo yogurt, protagonista, oltre che della dieta salutare dei grandi, anche dello svezzamento dei piccoli? Sì, sempre che si scelgano i tempi e i modi giusti e, soprattutto, si chieda previamente consiglio e autorizzazione al pediatra. Ecco come, quando e quale yogurt inserire nel regime alimentare del piccolo che muove i suoi “primi passi” a tavola, tra prime pappette e cibi solidi.

Sì allo yogurt, ma quando?

Sì, sempre previo consenso dello specialista, allo yogurt, ma non da subito e non senza qualche cautela. In particolare, si può inserire questo benefico alleato della salute, gastrointestinale, ma non solo, nella dieta dei bimbi alle prese con lo svezzamento dopo l’introduzione di altri cibi.

Dopo le prime prove con frutta e verdura, pappe e pappette, quando il piccolo ha sette mesi, si può provare con i primi assaggi di yogurt. Piccoli assaggi, perché anche per quanto riguarda modalità e quantità, moderazione e pazienza sono d’obbligo. Il consiglio è di introdurre il nuovo sapore gradualmente, per permettere al bimbo e alle sue papille gustative di cominciare a prendere confidenza con questo alimento.

Quale yogurt e come

Se il tempismo, ma soprattutto la scelta delle tempistiche, è fondamentale, anche la valutazione attenta di tipologie e metodologie ha un ruolo determinante. Lo yogurt può diventare la merenda spezza fame, lo spuntino perfetto tra un pasto e l’altro, del bambino. Può essere consumato a metà mattina o metà pomeriggio, per esempio.

Per quanto riguarda il “quale”, l’opzione migliore è quella più semplice. Perfetto allo scopo lo yogurt bianco, al naturale, nella versione specifica per la prima infanzia, meno acida e più dolce, da rendere più gustoso con l’aggiunta di alcuni frutti di stagione, come la mela o la pera, preferibilmente grattugiati o frullati. Dopo che il bimbo ha spento la sua prima candelina, ha superato il primo anno di età, via libera alla sperimentazione di altre varietà di yogurt, come, per esempio, i gusti alla frutta.

I benefici dello yogurt

L’altra domanda fondamentale, che molti genitori si pongono è “perché lo yogurt?”. Perché è un cibo salutare, povero di calorie, ma carico di benefici. Leggero e facilmente digeribile, ma anche gustoso e dalla consistenza perfetta per i primi pasti durante lo svezzamento, lo yogurt è un infallibile alleato dell’intestino. Infatti, grazie all’elevato contenuto di fermenti lattici, lo yogurt svolge un’efficace azione di protezione dell’intestino, garantisce i “rinforzi” alla flora batterica (i batteri buoni che si trovano nell’intestino), contrastando le aggressioni da parte di microrganismi pericolosi; è un vero toccasana per l’equilibrio gastrointestinale del piccolo, ottimo in caso di dissenteria e stitichezza. Inoltre, è prezioso per denti e ossa, perché assicura un buon apporto di calcio.

Parole di Camilla Buffoli

Camilla Buffoli è stata una collaboratrice di Pourfemme dal 2011 al 2017, occupandosi principalmente di salute della donna e tematiche relative alla maternità. Nel corso del 2014, ha scritto di curiosità ed eventi su Nanopress.