I regali di Natale più odiati dalle donne

Oggi facciamo una lista dei regali di Natale più odiati dalle donne, quali sono i peggiori che avete ricevuto? Raccontatelo a noi di Pour Femme!

Natale regali odiati

Quali sono i regali di Natale più odiati dalle donne? Oggi proviamo a fare una lista dei regali che odiamo ricevere, che speriamo capiti tra le mani dei nostri fidanzati imbranati! Negli anni dell’adolescenza tutti i regali ci sembravano unici e favolosi, poi crescendo siamo diventate più esigenti, più consapevoli e forse anche più capricciose, ci impegniamo per far felice chi amiamo e pretendiamo lo stesso impegno anche nei nostri confronti. E voi, care amiche di Pour Femme, quali sono i regali che odiate ricevere a Natale?

In prima posizione ci mettiamo subito bagnoschiuma/cofanetti/sali da bagno & Co, che barba che noia, quanti ne abbiamo collezionati nel corso degli anni. Gli unici ammessi sono quelli extra lusso, Armani, Dior, Yves Saint Laurent ecc

Continua a leggere

Poi ci sono calzettoni, pigiami, sciarpe e cappelli, anche in questo caso sembra un regalo dell’ultimo minuto, a meno che non sia qualcosa di veramente speciale!

Continua a leggere

Odiosissimi anche i profumi low cost che si trovano a 9,90 euro in profumeria, anche in questo caso, va bene il profumo luxury (meglio se tra i più prestigiosi e/o nuovi), malissimo il profumo “tirchio”.

Continua a leggere

Intimo seducente con la taglia sbagliata, reggiseno tre taglie più grande o una taglia troppo piccola… che delusione e che stress doverlo cambiare, una mazzata per la nostra autostima!

Bicchieri/vasi/piatti/ciotole & Co, questi vanno bene per le suocere, mica per le fidanzate!

Continua a leggere

Continua a leggere

Non è simpaticissimo neanche il peluche ruffiano tipo adolescenti, ma ci sono delle eccezioni. Si al peluche, se ha al collo una collana o un bracciale… meglio ancora un anello con proposta di matrimonio annessa!

E ora ditemi voi, quali sono i regali di Natale che odiate di più? Quali sono i peggiori che avete ricevuto e per i quali avete dovuto improvvisare una falsissima gioia?

Parole di Serena Vasta

Da non perdere