Presepi viventi più belli d'Italia: date e informazioni utili

In tutte le regioni vengono organizzate delle manifestazioni durante le festività natalizie. Una delle più suggestive ed emozionanti è il presepe vivente. Ecco alcuni dei più belli d'Italia

presepi viventi

Foto Pixabay | Mishalved

Dal Trentino-Alto Adige alla Sicilia, c’è una tradizione natalizia che unisce tutta l’Italia: è quella dei presepi viventi, un’usanza cristiana che consiste in una rappresentazione della nascita di Gesù tramite figuranti umani. Questa definizione però è un po’ riduttiva: ci sono infatti interi borghi, o quartieri, che per l’occasione si trasformano in scenografie suggestive per offrire uno spettacolo davvero coinvolgente. Poter assistere a un presepe vivente è, infatti, un’emozione unica.

Continua a leggere

Continua a leggere

Quali sono i presepi viventi più belli d’Italia? Stilare una classifica è impossibile: ognuno di loro ha le sue caratteristiche che lo rendono unico e diverso dagli altri. Ci sono infatti i presepi storici, quelli più grandi che coinvolgono decine e decine di figuranti, quelli in location di eccezione come ad esempio le Grotte di Frasassi. Partiamo quindi per un viaggio tra alcuni dei presepi viventi più belli d’Italia!

Continua a leggere

Il presepe vivente di Greccio, Rieti (Lazio)

Nel piccolo borgo di Greccio, incastonato negli Appennini, da circa 800 anni va in scena il presente vivente più antico del mondo, che risale addirittura al 1200. Si tramanda che la prima edizione fu voluta da San Francesco d’Assisi in persona, che qui aveva il suo eremo. Ad attirare migliaia di turisti ogni anno sono il fascino del luogo, l’estrema cura per ogni dettaglio e la storia del più antico tra i presepi viventi.
Per quest’anno le date da segnare in agenda sono 24, 26, 28 e 29 dicembre 2019, 1, 5 e 6 gennaio 2020. Potete trovare tutte le informazioni sul sito ufficiale.

Il presepe vivente di Matera (Basilicata)

Continua a leggere

Continua a leggere

View this post on Instagram

#presepeviventematera

A post shared by Image82 (@image82) on

Continua a leggere

Continua a leggere

I Sassi di Matera sono la scenografia di uno dei presepi viventi più famosi d’Italia, quello di Matera, giunto ormai alla sua decima edizione. Il presepe vivente di Matera si snoda su un percorso di 5 chilometri, lungo il quale si possono incontrare pastori, artigiani e musicisti che vi condurranno verso la rappresentazione della natività di Gesù.
Il percorso ha una durata di circa 90 minuti e un corso di 8 euro. Per questa edizione le date saranno il 7, 8, 9 , 15, 16, 22, 23, 28, 29, 30 dicembre 2019 e 4, 5 e 6 gennaio 2020. Qui tutte le informazioni necessarie.

Continua a leggere

Continua a leggere

Presepi viventi: il presepe di Tricase, Lecce (Puglia)

Tra i presepi viventi più famosi d’Italia non si può non ricordare quello di Tricase, in provincia di Lecce. Ogni anno da 40 anni gli abitanti decorano la città con oltre 35.000 lampadine, che illuminano le differenti location del presepe vivente. Per l’occasione un’intera collina (il Monte Orco) si trasforma nell’antica Betlemme, dove 200 figuranti fanno rivivere scene quotidiane della vita di oltre 2000 anni fa.
Quest’anno il presepe si svolgerà il 25, 26, 28, 29 dicembre 2019, 1, 4, 5 e 6 gennaio 2020, dalle 17 alle 20.30. Il sito ufficiale riporta tutte le informazioni.

Il presepe vivente di Alberobello, Bari (Puglia)

Rimaniamo in Puglia con il presepe vivente di Alberobello, che si svolge tra le vie del centro cittadino. I già suggestivi trulli per l’occasione ospitano figuranti che riportano in vita antichi mestieri lungo un percorso che conduce alla capanna di Gesù Bambino.
La 49esima edizione si svolgerà dal 26 al 29 dicembre 2019. Per informazioni è possibile visitare il sito ufficiale dell’evento.

Presepi viventi: il presepe di Genga, Ancona (Marche)

View this post on Instagram

#presepeviventegenga #genga

A post shared by Rotariu Vasile Iulian (@rvyulyan) on

Tra i presepi viventi, quello di Genga è probabilmente il più grande d’Italia e anche uno dei più suggestivi. Occupa infatti oltre 30.000 metri quadri, estendendosi nella gola delle Grotte di Frasassi su un costone roccioso che porta al Santuario di Valadier. I figuranti? Sono oltre 300, precisi in ogni dettaglio. La rappresentazione avviene il 26 e il 29 dicembre, dalle 14.30 alle 18.30, e il biglietto dai 10 anni in su costa 7,50 euro. Tutte le informazioni si possono trovare sul sito dedicato.

Il presepe vivente di Custonaci, Trapani (Sicilia)

In provincia di Trapani, precisamente a Custonaci, va in scena uno degli eventi più importanti del Natale siciliano. Si tratta di un presepe vivente che coinvolge circa 160 figuranti, ambientato in una grotta preistorica a cui si può accedere dal centro del paese. I figuranti sono artigiani, artisti e maestranze contadine che arrivano da tutta la Sicilia per rendere con la massima fedeltà le scene della tradizione artigianale, agricola e pastorale della regione. L’appuntamento sarà dal 25 al 29 dicembre 2019 e il 4, 5 e 6 gennaio 2020. Informazioni sul sito dell’evento.

Presepe vivente di San Biagio, Mantova (Lombardia)

Nel nord Italia la tradizione dei presepi viventi è meno consolidata ma non mancano eventi ricchi di fascino. Il paesino di San Biagio, in provincia di Mantova, si trasforma in una Betlemme fatta di capanne e casette, animata da circa 300 figuranti che ricreano la vita quotidiana dell’antica Giudea.
Il presepe è visitabile nei giorni 25, 26 e 29 dicembre 2019, 5, 6 e 12 gennaio 2020. Trovate tutte le informazioni sul sito web.

Presepi viventi: la rappresentazione di Calavino, Trento (Trentino)

Nemmeno in Trentino mancano i presepi viventi: ne è una prova quello di Calavino, in provincia di Trento. Qui sarà possibile rivivere l’emozione della natività grazie a numerosi figuranti che si muoveranno tra i caratteristici androni del nucleo più antico del paese accompagnati dalle note dei canti di Natale. Le date da segnare sul calendario sono il 26 dicembre 2019 e il 5 gennaio 2020, mentre tutte le informazioni si possono reperire sul sito ufficiale.

Da non perdere