Cucina: conoscere le uova

Le uova sono molto utilizzate in cucina per ricette dolci o salate. Ma come sono composte le uova? Cosa contengono e come è meglio prepararle? Ecco qualche consiglio utilie per utilizzare al meglio le uova in cucina

uova

In questi giorni non si fa che parlare di uova dal momento che siamo in pieno periodo di Pasqua. Che siano di cioccolato o meno le uova sono le protagoniste delle nostre tavole. Ma come è composto l’uovo? Quali le sue caratteristiche? E soprattutto quali le astuzie per cucinare l’uovo e per conservalo? Di seguito cerchiamo di scoprire qualcosa di più di questo alimento cosi prezioso e delicato. E’ economico, pratico, ricco e nutriente e si può usare per preparare tanti piatti diversi.

Un uovo di misura media è composto in questo modo: 
 

– il 20 % del fabbisogno giornaliero di vitamina A, per vista.
– il 10 % del fabbisogno giornaliero di vitamina D, per le ossa.
– il 10 % del fabbisogno giornaliero di vitamina E, antiossidante naturale che limita gli effetti dell’invecchiamento.
– il 10 % del fabbisogno giornaliero di vitamina K, per la coaugulazione sanguigna.
– E anche tante vitamine del gruppo B, che intervengono nelle reazioni chimiche nell’organismo. 
 

L’uovo contiene, inoltre, il 17 % del fabbisognio giornaliero di fosforo e il 15 % del fabbisogno giornaliero di ferro. Quando ai valori energetici un uovo medio di circa 60 grammmi ha 90 Kcal (75 nel tuorlo e 15 nell’albume) di cui 7 gr di proteine (nell’albume). 
 
Veniamo ora ad alcune astuzie per utilizzarlo in cucina
 

1. Non lavare le uova: il guscio, infatti, è formato da una pellicola che lo protegge dai microbi. Se le si lava prima di conservarle le si indebolisce.  
 

2. Se volete capire se un uovo è fresco immergetelo in un contenitore pieno d’acqua, se risale in superficie, non è più commestibile.  
 

3. Si può congelare il tuorlo d’uovo mettendolo in un contenitore per cubetti di ghiaccio sbattendolo prima con un pizzico di sale o di zucchero. Gli albumi, invece, si possono mettere in un barattolo di plastica.  
 

4. Per conservare le uova basta sistemarle nella porta frigorifero o in un luogo fresco e poco illuminato come una cantina  
 

5. Se le si conserva in frigorifero occorre tirarle fuori almeno un’ora prima di cucinarle. E’ sempre bene averle a temperatura ambiente 
 

6. E veniamo alle astuzie di cottura: uovo alla coque = 3 min, uovo bazzotto = 6 min, uovo sodo = 9 min. Il tempo si calcola a partire dal momento in cui si immerge l’uovo nell’acqua in ebollizione 
 

7. Mangiare le uova crude? Si può per mousse o tiramisù o zabaione ma bisogna stare attenti che le uova siano freschissime 
 

8. L’uovo al tegamino si prepara cosi: per far coaugulare l’albume evidando di far cuocere troppo l’albume, cospargete la padella con un po’ di sale. Il tuorlo resterà liquido, ma caldo. 
 

9. Per quanto riguarda l’omelette: sbattete le uova con una forchetta, fate scaldare la padella a fuoco vivo, ma abbassate il fuoco quando aggiungete le uova. 
 

10. E infine come si montano a neve le uova. Usate albumi a temperatura ambiente, un contenitore e una frusta freddi (prima di montarle, mettili in frigo per un’oretta). Non dimenticate il pizzico di sale o qualche goccia di limone. Siate regolari più che troppo veloci.

Parole di Assunta Corbo