Come arredare una cameretta piccola: consigli e idee da copiare [FOTO]

Ecco qualche idea e consiglio per arredare al meglio una cameretta piccola.

40
Cameretta neonato mimal

Come arredare una cameretta piccola? Anche gli spazi in versione mini si possono reinventare al meglio, sfruttando con originalità e stile fino all’ultimo centimetro per garantire al piccolo di casa, al neonato appena arrivato in famiglia, uno spazio tutto suo dove dormire, riposare, giocare e passare del tempo con mamma e papà. Ecco tanti consigli e idee da copiare.

Scegliere con attenzione il lettino

Nella cameretta si può rinunciare davvero a tutto, o quasi, ma sicuramente non al lettino. Lettini che, in caso di stanze non troppo ampie, dovrebbero essere dalla forma regolare e dall’ingombro contenuto. In particolare, se è vero che le forme arrotondate sono proposte di design dal fascino garantito, è altrettanto vero che richiedono anche uno spazio più importante per essere ospitati al meglio. I lettini rettangolari, invece, classici e con le sponde laterali si prestano meglio all’ottimizzazione degli spazi: si possono tranquillamente appoggiare alla parete o in un angolo della cameretta.

Ottimizzare gli spazi

Scegliere il lettino giusto per contenere l’ingombro, ma non solo. Anche gli altri mobili da inserire nella cameretta vanno scelti, assemblati e posizionati nel modo migliore per ottimizzare gli spazi. Il consiglio principale, per sfruttare davvero ogni singolo centimetro a disposizione, è di optare per armadi alti, in grado di svilupparsi in altezza utilizzando tutto lo spazio fino al soffitto, e per armadietti e cassettiere da accessoriare, sempre riempiendo al meglio le pareti, con mensole e ganci, appendiabiti e grucce. Un altro trucco utile per ottimizzare gli spazi è preferire anche lettini con scomparti e cassetti extra per riporre gli indumenti del piccolo e di scegliere un fasciatoio da appoggiare sulla cassettiera.

I colori giusti

Ambiente piccolo, colori sgargianti? Decisamente meglio di no. La scelta cromatica più azzeccata per aprire gli spazi e non chiuderli ulteriormente dovrebbe andare verso colori chiari e tinte senza troppe decorazioni. Via libera, sia per il colore delle pareti sia per i mobili da utilizzare per l’arredamento della stanza, alle sfumature del bianco e dell’avorio. Se proprio non si vuole rinunciare a un tocco di cromia diversa, si possono scegliere le tinte pastello, più delicate e meno invasive possibili, come il celeste chiarissimo o il rosa cipria, il verde menta molto chiaro o il giallo limone slavato, per esempio. Il soffitto della cameretta – non ci sono possibilità di scelta, invece, dovrebbe essere dipinto di bianco.

Parole di Camilla Buffoli

Camilla Buffoli è stata una collaboratrice di Pourfemme dal 2011 al 2017, occupandosi principalmente di salute della donna e tematiche relative alla maternità. Nel corso del 2014, ha scritto di curiosità ed eventi su Nanopress.