Chirurgia estetica, boom di ritocchi a Baghdad

Non ci sono solo gli interventi medici, anche quelli dei saloni di bellezza. Si sa, che il Medio Oriente è specializzato in riti per il benessere del corpo. In fondo la ceretta fatta con lo zucchero, totalmente indolore, l’hanno inventata loro.

Uno sguardo intenso tra il velo

Fa strano pensare che una donna, magari coperta da un velo, abbia ambizioni estetiche. Eppure non è la prima volta che si racconta di come le donne del Medio Oriente tengano alla loro bellezza. Qualche anno fa ho letto il libro di Lilli Gruber Chador ed ero rimasta colpita da queste signore che si mettevano il rossetto sotto appunto il loro Chador. Lì si parlava di Iran, qui oggi con voi di Iraq. Sembra infatti che le donne irachene siano impazzite per la chirurgia estetica, vogliono raggiungere la perfezione. Gli interventi più richiesti ovviamente lifting e rinoplastica.
Potrebbe essere questo anche un segno di cambiamento culturale. Il Dott. Zakaria Mahmood, un medico chirurgo, ammette: “Negli ultimi 20anni l’Iraq è stato terreno di molto guerre “. E. Ogni mese come riferisce il medico chirurgo iracheno, sale il numero dei pazienti, specialmente donne, che fa richieste d’interventi di chirurgia estetica.
 
Non ci sono solo gli interventi medici, anche quelli dei saloni di bellezza. Si sa, che il Medio Oriente è specializzato in riti per il benessere del corpo. In fondo la ceretta fatta con lo zucchero, totalmente indolore, l’hanno inventata loro.
 
Foto tratte da
diariodelweb.it
stylosophy.it/
laclinique.it/
splinder.it
imageshack.us

Parole di Valentina Morosini

Valentina Morosini è stata collaboratrice di Pourfemme dal 2009 al 2017, occupandosi principalmente di salute, benessere, diete, tematiche relative alla maternità e alla vita di coppia.