Canzoni belle: “E’ un peccato morir” di Zucchero

da , il

    Oggi vi propongo una bellissima canzone di Zucchero, la famosissima “E’ un peccato morir” che è una delle più trasmesse dalle radio italiane in questo periodo. E’ una canzone d’amore, ma non nel senso stretto del termine: si tratta più che altro di un inno alla vita, un modo per celebrare le bellezze del creato. Se la ascoltate una volta poi non riuscirete più a togliervela dalla testa perché il suo ritornello è davvero bellissimo. Diventa così la canzone del Natale 2010, perfetta per celebrare questo momento di gioia e condivisione, cercando di concentrarsi sulle cose importanti della vita.

    Gloria a te nell’aria

    Quale tu sia

    Solo uno, solo o in compagnia

    Ma la vecchia storia

    Yeah yeah è un peccato morir…

    Gloria a te ogni volta

    Siamo, saprai, figli tuoi

    Ma consumiamoci uno o due alla volta

    Yeah yeah che è un peccato morir…

    Yeah…

    Ai piatti pieni a tavola

    La gente nostrana, senza boria né buriana, e via

    Yeah yeah che l’anima mia va a questa bocca di sole

    Che mi toglie le parole

    Yeah…

    Gloria ai tempi d’oro

    Io vi vorrei rivedere almeno prima di fare centouno

    Yeah yeah è un peccato morir

    Yeah yeah yeah…

    Gloria, siamo fiori

    yeah yeah yeah…

    Fa’ che s’innamori!

    Gloria all’uccellino

    Vola da lei, io non so volare

    Dille che sei felice in mano

    E che è un peccato morir…

    Yeah

    Ai baci della luna

    Questa vacca di vita

    Che in avanti all’incontrario va

    Yeah yeah all’anima mia!

    A questa bocca di sole che mi tace le parole

    yeah…

    Yeah yeah yeah

    Gloria, siamo fiori

    Yeah yeah yeah

    Fa’ che s’innamori!

    Gloria a te o divino

    Dove sarà l’altra vita da suino

    Se sei nel mio destino

    Yeah yeah è un peccato morir…

    Gloria sei nell’aria

    A te che fai certe cose con le cose di noi

    Che siamo sabbia

    Yeah yeah è un peccato morir…

    Yeah yeah che peccato morir…

    Yeah…