Rachida di Masterchef: perchè amarla e perchè odiarla [FOTO]

Rachida di Masterchef: perchè amarla e perchè odiarla [FOTO]
da in Televisione, Tempo Libero
Ultimo aggiornamento:

    È definita la Crudelia De Mon di Masterchef: è Rachida Karrayi. Perché amarla e perché odiarla? La concorrente marocchina del noto programma televisivo si è imposta, piuttosto che per l’abilità in cucina, per il carattere deciso e volitivo e per la simpatia, tanto da essere considerata la vera regina del talent culinario. Era diventata un vero e proprio personaggio e il suo atteggiamento rischiava di oscurare i rivali dal punto di vista mediatico ma la sua esperienza a Masterchef si è conclusa qualche giorno fa, quando è scivolata su un cuore di vitello, un piatto che non è riuscita a cucinare al meglio. La sua pagina Facebook conta oltre 44 mila fan e dopo la sua uscita, si sono susseguiti numerosi twit. Vediamo perché è amata e odiata allo stesso tempo.

    Rachida

    Altro che vincitore di Sanremo! Il successo mediatico raccolto da Rachida Karrayi è davvero grande. Si tratta di una donna che ha catalizzato su di sé l’attenzione dei telespettatori di Masterchef Italia, dividendone però il giudizio: da una parte è considerata una beniamina; dall’altra, una concorrente cattiva. Giunta dal Marocco nel nostro paese per migliorare le sue abilità in cucina, coltiva il sogno di ritornare un giorno nella terra d’origine per aprire un ristorante tutto suo. Il suo italiano scorretto, maccheronico, la fa apparire molto simpatica.

    Tutti i telespettatori che seguono il talent su Skyuno, si divertono ad ascoltare le affermazioni sconclusionate che escono dalla sua bocca. Tra le frasi cult pronunciate da Rachida: “La pasta viene trattata bene come bambini neonati, delicatamente”; “gatta fretta fa figli ciechi”; “qui è una proprio per me. È esame forte come la patente: o guido bene e vado mezzo strada, si no sto a casa”.

    Pianto di Rachida

    Ci è o ci fa? Questa è la domanda che molti telespettatori si sono posti. La concorrente di Masterchef si è distinta anche per le lacrime versate (pianti che secondo gli altri sarebbero stati finti) e le uscite al veleno nei confronti degli avversari. Un atteggiamento che non è piaciuto ai colleghi e le ha fatto guadagnare l’appellativo di “cattiva”. E una qualità che certamente non le è mancata è la forte determinazione a conquistare il titolo di Masterchef. Il desiderio di vittoria le ha fatto vivere la competizione in maniera assoluta, senza lasciare alcuna possibilità a instaurare buoni rapporti con gli altri concorrenti. Nel corso di una puntata aveva affermato: “Non sono qui per fare amicizia, quando si compete e la posta in gioco è alta, non posso fare amicizie”.

    494

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN TelevisioneTempo Libero Ultimo aggiornamento: Lunedì 24/02/2014 11:30
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI