Primi sintomi di gravidanza: quando compaiono?

Primi sintomi di gravidanza: quando compaiono?

    Primi sintomi gravidanza

    Sarò incinta? Magari avete già i primi sintomi di una gravidanza ma non avete ancora fatto il test, oppure avete la certezza di aspettare un bambino, ma il vostro corpo non vi segnala nessuno sconvolgimento specifico. Può capitare anche questo, ad una donna che stia cominciando una gestazione. Il fatto è che la comparsa di alcuni sintomi è abbastanza variabile e la specificità individuale fa sì che ogni gravidanza sia diversa. Anche una donna che abbia già avuto un figlio, può accorgersi che la sua “seconda volta” è molto diversa dalla prima. In linea generale, vi sono però alcuni indiscutibili segnali fisici che si manifestano fin dalle primissime settimane di gestazione.

    Lo spotting, piccole perdite ematiche, è un fenomeno molto frequente subito dopo il concepimento, ed è determinato dall’impianto dell’ovulo fecondato nell’utero. Si verifica tra i 6 e i 12 giorni dal concepimento e, a volte, è associato a crampi simili a quelli mestruali, assolutamente transitori e non preoccupanti.

    La mancata mestruazione è, in assoluto, il primo segnale che si tende a prendere in considerazione per sospettare un possibile inizio di gravidanza. In realtà, piccoli sanguinamenti in concomitanza con i giorni della mestruazione possono ancora verificarsi, e anche se, naturalmente, un ritardo può far pensare alla donna di essere rimasta incinta, è pur vero che, se il ciclo mestruale è molto irregolare, difficilmente sarà questo il primo sintomo considerato.

    Le nausee mattutine costituiscono un altro effetto collaterale delle fasi iniziali di una gravidanza, e di norma, non si protraggono oltre il terzo mese, a meno che non si tratti di gravidanza gemellare. La nausea a digiuno del mattino, che può portare o meno al vomito e che è dovuta all’aumento del progesterone (l’ormone della gravidanza) nel sangue, compare in genere dalla seconda all’ottava settimana dal concepimento. Anche in questo caso, seppur abbastanza diffusa, non interessa comunque tutte le donne in dolce attesa.

    Già durante le prime 2 settimane dal concepimento, il seno comincerà a gonfiarsi, diventando anche un po’ dolente, un po’ come accade durante la fase premestruale. Costituisce, anch’esso, un dei sintomi più chiari e precoci di inizio gravidanza. Molto presto, inoltre, le areole dei capezzoli assumeranno una colorazione più scura

    Insieme alla nausea, è un sintomo piuttosto tipico. Si tratta di una stanchezza assolutamente atipica e non associata a mancanza di sonno, anzi.

    Spesso la donna sperimenta una spossatezza inconsueta associata a sonnolenza diurna già nelle prime settimane di gravidanza. Anche in questo caso, si tratta di un effetto degli scombussolamenti ormonali.

    Sempre nel corso delle primissime settimane di gestazione, può comparire anche il mal di testa, tanto più significativo se la donna non ne soffre abitualmente. E’ dovuto all’aumento del livello ormonale nel sangue e, di solito, si tratta di un disturbo transitorio.

    Anche il mal di schiena può comparire molto precocemente. Si tratta di un dolore che interessa la zona lombare e che si assomiglia al mal di reni che colpisce molte donne durante il ciclo mestruale. Successivamente, con il progredire della gravidanza e il peso del pancione che cresce, il mal di schiena può aumentare di intensità. In questo caso attività fisica leggera e una dieta equilibrata che mantenga nei limiti l’aumento ponderale saranno le regole da seguire per limitare il disagio.

    La minzione frequente è un altro classico sintomo di gravidanza. Si manifesta a partire dalle 6-8 settimane dal concepimento.

    A proposito di sintomi e disturbi di gravidanza, date un’occhiata anche ai seguenti post:
    Sintomi gravidanza del primo mese: come riconoscerli?
    Gravidanza o sindrome premestruale?
    I sintomi della gravidanza: quali sono?
    Gravidanza: quali sono i primi disturbi

    873

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli PraticiGravidanzaMammaesami gravidanza