Poesie per la Festa del papà, le più belle da dedicargli

Poesie per la Festa del papà, le più belle da dedicargli
da in Bambini, Famiglia, Feste, Mente, Uomini, poesie

    Poesie Festa del papa

    La Festa del Papà sta per arrivare, infatti, come tutti saprete, cade in coincidenza con San Giuseppe, il 19 marzo. Una data importante, da segnare in rosso sul calendario e da celebrare nel modo più affettuoso e allegro possibile. Soprattutto mi rivolgo alle fanciulle nostre amiche di PF, che abbiano un rapporto speciale con il loro padre, e che magari siano già a loro volta mamme. Coinvolgere i bambini per qualche dedica speciale in questa giornata non è difficile, sono tante le cose che si possono organizzare per far felici i papà.

    Ad esempio, preparando qualche buona leccornia tipica, come le celebri zeppole di San Giuseppe, oppure con dei lavoretti da fare in casa o a scuola, o infine donandogli tanti bei disegni colorati. Un altro modo molto speciale per dire al nostro papà quanto gli vogliamo bene e quanto significhi per noi, sono le poesie. Filastrocche simpatiche o versi più profondi, ricchi di sentimento, tutti vanno bene per una dedica piena d’amore. Ecco giusto qualche esempio, da ricopiare e leggere insieme o recitare.

    Fermati un momento
    Papà, fermati un momento.
    Voglio parlarti.
    Sai che cosa in cuore sento?
    Sento d’amarti.
    Sai perché ti voglio bene?
    Perché tu vuoi bene a me.
    Le giornate tue son piene
    e non pensi mai a te.
    Quando ho la mano nella tua,
    provo un senso di riposo,
    nulla più mi fa paura,
    mi sento forte e coraggioso.

    Papà, fermati un momento.
    Pensa a quello che t’ho detto.
    Il tuo cuor godrà contento
    al calore del mio affetto

    Ti ringrazio papà
    Ti ringrazio papà,
    per avermi dato la vita,
    per avere scelto me
    anche se eri così giovane,
    per avere rinunciato
    ai tuoi sogni
    per diventare padre.
    Per avermi insegnato
    ad andare in bici,
    per avermi consolata
    ogni volta che ero triste.
    Per avermi rimproverata
    quando sbagliavo,
    per avermi insegnato
    la differenza tra il bene e il male.
    Ti ringrazio per avermi insegnato
    cos’è il rispetto e la gratitudine,
    l’amore e l’altruismo

    Cos’è un papà
    Il papà non è solo
    l’amico delle capriole sul letto grande
    Non è solamente l’albero al quale mi arrampico
    come un piccolo orso
    non è soltanto chi tende con me l’aquilone nel cielo.
    Il papà è il sorriso discreto che fa finta di niente
    è l’ombra buona della grande quercia
    è la mano sicura che mi conduce nel prato
    e oltre la siepe.
    (L.Musacchio)

    Papà
    Se sei arrabbiato
    perché nel traffico ti sei stancato,
    caro papà riprendi fiato:
    il mondo è bello ma un po’ affollato.
    Caro papà se sei un po’ teso
    ed il lavoro ti sembra un peso,
    tu pensa sempre: sei nel mio cuore,
    ti voglio bene a tutte le ore

    Caro papà
    Caro Papà,
    io dico con sincerità
    “ Tu sei per noi
    il miglior Papà”

    Ci sostieni ogni giorno
    Come guida sicura
    Sul nostro cammino
    W col tuo sacrificio
    Ci doni serenità
    Auguri!

    Al mio babbo
    Questa mattina ho chiesto al mio tenero cuore:
    “Suggeriscimi tu qualche detto d’amore,
    suggeriscimi tu qualche soave accento
    per fare il mio babbo contento!”

    E il mio cuore mi ha risposto:
    “Digli questo soltanto:
    Ti voglio bene…
    ma tanto, tanto, tanto…”

    619

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniFamigliaFesteMenteUominipoesie
    Top Video
    PIÙ POPOLARI