Parto: quando ricompare il ciclo dopo la nascita del bambino?

Parto: quando ricompare il ciclo dopo la nascita del bambino?
da in Bambini, Figli, Mamma, Parto, Salute E Benessere, mestruazioni
Ultimo aggiornamento:

    Parto ciclo mestruale

    Tra il parto e la ricomparsa del ciclo mestruale (quindi del normale “funzionamento” dell’apparato riproduttivo femminile) esiste una sorta di “interregno”, variabile da donna a donna, in cui il corpo si riprende dopo la gravidanza e la nascita del bebè. Sono i mesi della maternità, in cui la neo mamma si dedica completamente al suo piccino e lo allatta. Durante questo periodo puerperale, però, la donna si domanda con apprensione quando riprenderà il suo ciclo mensile normale e, quindi, sarà nuovamente in grado di concepire.

    E’ una fase importante, perchè, di solito, la coppia si riappropria anche, con cautela, della propria vita intima e un rapporto sessuale senza protezione potrebbe dare luogo ad una nuova gravidanza a pochissima distanza dalla precedente. E allora, come regolarsi? Intanto, la prima mestruazione dopo la nascita del neonato viene denominata capoparto, e di norma non fa la sua comparsa prima di 60 giorni dal parto.

    Questo perché, prima che le ovaie riprendano in pieno l’attività di produzione degli ovuli, tutto l’organismo femminile si deve rimettere in sesto, in particolare l’utero si riposiziona nel suo alveo naturale, ridimensionandosi, e si svuota dei “tessuti gravidici” ancora presenti sotto forma di lochizioni, piccole perdite di sangue. Questo processo di ripulitura può protrarsi anche per 6-8 settimane dopo il parto.

    Intanto, se la neo mamma allatta suo figlio, l’ormone della prolattina, il cui livello si mantiene molto alto durante i mesi dell’allattamento, inibisce il ciclo ovulatorio, procrastinando (non sempre, ma nella maggior parte dei casi) il capoparto.

    Una volta che si cominci lo svezzamento e si riducano considerevolmente le poppate, questo ormone cesserà il suo effetto barriera, consentendo la comparsa delle mestruazioni.

    La cosa importante da tenere presente, però, è che il fatto che il ciclo non ricompaia, non significa, automaticamente, che la donna non sia fertile. Qualche ovulazione durante la fese dell’allattamento o comunque prima che si verifichi il capoparto, può avvenire. Perciò la neo mamma stia attenta ai rapporti sessuali in questo lasso di tempo, perchè non è completamente “al sicuro” diciamo così. La cosa migliore è affidarsi al proprio ginecologo e farsi consigliare un metodo anticoncezionale adatto a questa fase della sua vita di donna e di madre.

    447

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniFigliMammaPartoSalute E Benesseremestruazioni

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI