Michelle Obama promuove l’allattamento al seno contro l’obesità infantile

da , il

    Michelle Obama

    Michelle Obama è una first lady davvero piena di entusiasmo e infaticabile promotrice di iniziative volte al miglioramento della salute e del benessere della popolazione americana. Particolare attenzione, la sig.ra Obama l’ha sempre riservata ai problemi dell’infanzia, sarà perchè mamma attenta e premurosa di due belle bambine, Malia e Sasha, o forse perchè ben consapevole di quanto sia importante intervenire fin dalla più tenera età per educare al rispetto del corpo e promuovere stili di vita salutari. A tal proposito, una battaglia che Michelle ha deciso di combattere fin dai primi tempi dell’insediamento alla Casa Bianca, è stata quella contro l’obesità infantile.

    Un fenomeno diffuso in tutti i Paesi industrializzati, ma che negli USA raggiunge proporzioni davvero preoccupanti. Sappiamo, infatti, che sovrappeso e obesità sono tra i fattori che incidono maggiormente sul deterioramento delle condizioni generali di salute dell’individuo adulto, favorendo l’insorgenza di malattie gravi come il diabete, i disturbi dell’apparato cardiocircolatorio e i tumori.

    Così, ogni iniziativa volta ad arginare la tendenza della popolazione giovane americana a consumare junk-food (cibo spazzatura) ed evitare accuratamente attività fisica, può sempre contare sul sostegno della dinamica first lady. Tra queste campagne, si inserisce anche quella volta a incentivare l’allattamento al seno, pratica che, negli Stati Uniti, si trova a sbattere contro un generale atteggiamento di censura e opposizione, sia nelle strutture sanitarie che fuori, nei luoghi pubblici così come nei posti di lavoro delle neo mamme.

    Michelle Obama ha affrontato la questione durante un pranzo ufficiale, tenutosi la scorsa settimana alla presenza di dieci giornalisti, in occasione del primo anniversario della campagna Let’s move , contro l’obesità infantile. “vogliamo concentrare la nostra attenzione verso alcuni momenti cruciali della vita del bambino, perchè abbiamo imparato quanto sia importante intervenire subito – ha spiegato Michelle – I bambini che vengono allattati al seno più a lungo sono meno esposti al rischio obesità.

    E siccome è importante prevenire l’obesità subito, ci stiamo adoperando per promuovere l’allattamento al seno soprattutto nella comunità afro-americana, dove il 40% dei nostri bambini non viene allattato al seno, neanche nelle prime settimane di vita”. Secondo step di questo primo intendimento della first lady e del suo staff, sarà quello di creare e promuovere una campagna proprio per invitare le mamme, ma ancor prima le strutture sanitarie e i centri nascita a favorire l’allattamento al seno dei neonati. E brava Michelle!