Il calendario dei rugbisti come mamma li ha fatti

calendario dei rugbisti

Puntuale come ogni anno ecco che arriva il calendario dei rugbisti, nudi muscolosi e statuari, bellissimi e sexy per allietare le giornate di noi giovani donzelle! Se i calendari di donne seminude impazzando sul web, questi degli uomini sono un pò più rari, ma non mancano le graditissime sorprese!

  • calendario rugbisti
  • calendario 2010
  • calendario rugby
  • calendario uomini
  • dieux du stade

Spero di farvi cosa gradita con questo calendario, c’è da dire che è un bel vedere e poi non c’è nulla di volgare, il Dieux du Stade è il calendario simbolo della virilità sportiva maschile e vede i 47 campioni di rugby concedersi all’obiettivo dei fotografi in tutto il loro splendore.

Mica dobbiamo arrenderci alla vista dei calendari delle varie soubrette con pose sexy e talvolta volgari, possiamo gustarci anche noi qualcosa per noi donne, i bellissimi protagonisti hanno dichiarato: “Guardate che tutto questo lo facciamo solo per voi donne“, e noi donne apprezziamo con piacere!

Mirco Bergamasco ha detto: “All’inizio giocavo poco, ero famoso soltanto per le foto: ma per uno sportivo è difficile da sopportare“, Mauro Bergamaschi invece aggiunge:”Quelle foto ci galvanizzano, sembra che portino fortuna. Da quando è uscito questo calendario del 2010, abbiamo cominciato a vincere“.

Max Guazzini, presidente dello Stade Francais, la squadra di rugby di Parigi invece ha dichiarato: “Quello che ci interessava dall’inizio era cambiare l’immagine rozza del rugbista che si rotola nella melma, con un fisico tozzo, senza nessun tipo di charme: ci sembra di esserci riusciti

Voi che dite ci sono riusciti a farci piacere il rugby? Io dico di si!

Foto da:
www.gaywave.it
www.tgcom.mediaset.it

  • calendario rugbisti
  • calendario 2010
  • calendario rugby
  • calendario uomini
  • dieux du stade
Segui Pour Femme
Leggi altro su:

Martedì 10/11/2009 da in , ,

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Paper Project
Segui PourFemme
Scopri PourFemme
torna su