Come curare una pianta: le specie rampicanti

Come curare una pianta: le specie rampicanti
da in Cura Piante, Piante E Fiori, giardino, primavera
Ultimo aggiornamento:

    Se possedete un giardino o un terrazzo abbastanza ampio, potete creare un angolo con dei rampicanti. Le specie rampicanti, oltre ad essere molto decorative, possono tornare utili in alcuni casi: per coprire difetti nel muro, per avere maggiore privacy dagli sguardi altrui e per avere un angolo all’ombra.


    Si possono scegliere diversi tipi di piante rampicanti a seconda dei vostri gusti; ci sono infatti specie che producono fiori, altre hanno solo molte foglie.

    Le specie che producono solo foglie sono la famosissima Edera che spesso si vede anche sui muri di molti palazzi di città e la Vite del Canada. Queste due specie rampicanti non hanno bisogno di sostegni artificiali, si arrampicano da sole.

    Le piante rampicanti che producono fiori, invece, hanno bisogno di strutture per arrampicarsi: griglie di legno, plastica o metallo che si acquistano nei negozi e nei centri di bricolage e giardinaggio.

    L’Edera e la Vite del Canada possono crescere bene anche in posizioni poco soleggiate.
    Tra le specie con fiori, le più conosciute sono il Glicine e il Gelsomino. Vediamo come coltivarli.

    Il Glicine fiorisce a partire dalla tarda primavera fino a metà estate con fiori lilla e violetti raccolti in grappoli molto profumati. Ha bisogno di molto spazio e di sole. Non teme il gelo. Fate attenzione alle radici: anche queste tendono ad espandersi e potrebbero rovinare i muri circostanti.

    Il Gelsomino va scelto in base al clima tipico della vostra zona. Esistono delle qualità che resistono anche alle basse temperature. Ci sono vari tipi di Gelsomino che possono fiorire in tutte le stagioni. Le specie più conosciute sono il Gelsomino comune e il Gelsomino di Spagna.

    Il Gelsomino comune ha fiori bianchi molto profumati e resiste anche al gelo.
    Il Gelsomino di Spagna è adatto ai climi miti e fiorisce in primavera, autunno e a volte anche in inverno. I Gelsomini vanno annaffiati con moderazione e la potatura deve avvenire dopo il termine della fioritura.

    Nella fotogallery potete ammirare alcune immagini di piante rampicanti.

    Foto:
    cartomanzia.am
    nuke.casaeclima.it
    www.bakker-it.com
    files.splinder.com
    eshop.zr-giardinaggio.it
    www.lapineta.com
    www.windoweb.it

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cura PiantePiante E Fiorigiardinoprimavera

    Speciale Pasqua

     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI