Come curare le piante: le Dalie

da , il

    Oggi parlerò di una pianta da fiore molto conosciuta e apprezzata. Si tratta della Dalia. E’ una bulbosa che arriva dal Messico e dalla Colombia, dove veniva utilizzata anche per preparare alcuni cibi. La Dalia comprende un’infinità di specie e varietà di diverse forme e colori. Ci sono Dalie di piccole dimensioni, ma anche grandissime, con fiori giganti e steli che superano il metro di altezza. La Dalia simboleggia la gratitudine. Una curiosità: Goethe amava moltissimo i fiori della dalia e spesso citava questa pianta per la sua bellezza e per la vivacità dei colori. Non è difficile prendersi cura della Dalia. Ecco alcuni consigli utili.

    La Dalia si adatta bene sia in giardino che sul balcone; il terreno più adatto è profondo e fresco, ma sta bene anche in terreni leggermente argillosi. Va posizionata in un luogo dove i raggi del sole non la colpiscono direttamente: la mezz’ombra sarebbe l’ideale.

    La Dalia fiorisce a luglio e la sua fioritura continua fino all’autunno. Durante la fioritura va annaffiata quotidianamente, senza esagerare, di mattina o di sera.

    Se piantate la Dalia in giardino, dovete provvedere a procurarle dei sostegni per gli steli, per evitare che si pieghino rovinando la pianta.

    Va concimata con prodotti appositi e dopo la fine della fioritura gli steli vanno tagliati a circa 3-4 cm dalla base. Poi, se la pianta è in giardino, va tolta dal terreno e conservata in un vaso con della torba in un posto fresco e asciutto. Vale la stessa cosa se la Dalia è sul balcone: mettetela in un luogo riparato e non umido, perchè la Dalia teme il freddo e il gelo.

    Nella fotogallery potete ammirare delle bellissime immagini di Dalie.

    Foto:

    www.windoweb.it

    www.bakker-it.com

    www.illagomaggiore.com

    flickr.com