Come curare le piante: i bulbi primaverili

da , il

    Alcuni fiori come tulipani, giacinti, narcisi, iris, anemoni e gladioli appartengono alla specie delle bulbose. I primi tre fioriscono in primavera e il momento giusto per interrarli è l’autunno, mentre iris, anemoni e gladioli vanno interrati all’inizio della primavera perché fioriscono in estate.

    Ecco alcuni consigli utili.

    Dovete piantare i bulbi subito dopo l’acquisto, ma se questo non fosse possibile, è necessario conservarli in uno strato di torba umida e in un ambiente fresco.

    I bulbi vanno piantati in buche larghe il doppio della loro dimensione. La profondità e la distanza tra un bulbo e l’altro dipende dalla specie:

  • Tulipani: vanno interrati a circa 15 cm di profondità e ad una distanza di circa 25 cm l’uno dall’altro.

  • Narcisi: vanno interrati a circa 10 cm di profondità e ad una distanza di circa 15 cm l’uno dall’altro.

  • Giacinti: vanno interrati a circa 15 cm di profondità e ad una distanza di circa 20 cm l’uno dall’altro.

    Il terreno va preparato prima di interrare i bulbi: una settimana-dieci giorni prima di procedere bisogna vangarlo e se risulta troppo compatto, aggiungere sabbia o ghiaia.

    E’ fondamentale aggiungere anche del fertilizzante apposito che si acquista nei garden center.

    Dopo aver messo il bulbo nella buca, questa va ricoperta con la parte di terreno asportata, aggiungendo un po’ di sabbia o torba se è troppo compatto. Poi bisogna annaffiare, ma senza esagerare.

    Bisogna proteggere i bulbi dal freddo invernale coprendo la parte di terreno dove sono stati interrati con foglie secche, paglia o altro materiale organico che andrà tolto alla fine dell’inverno.

    Nella fotogallery potete ammirare delle bellissime immagini di tulipani, narcisi e giacinti.

    Foto:

    www.nonsoloabili.org

    www.windoweb.it

    files.splinder.com

    scuoladipensiero.altervista.org

    www.bakker-it.com

    www.flowerservice.it