Da Boston una nuova tecnologia per aiutare le donne nei casi di violenza

Pubblicato da Redazione Martedì 5 settembre 2017

È americana l’ultima idea nataper aiutare le donne in situazioni di pericolo o violenza. Un team di ingegneri del prestigioso MIT di Boston ha realizzato un sensore adesivo antistuproche andrà inserito all’interno della biancheria. Tale sensore sarà poi collegato direttamente con lo smartphone di chi lo indossa. Questa piccola ma potente tecnologia è in grado di percepire quando una persona viene spogliata con la forza ( ad esempio se il reggiseno viene strappato o lacerato). Se ciò accade il sensore invia subito una notifica sul cellulare, chiedendo se è tutto a posto. Qualora la situazione sia sotto controllo basterà un click per bloccare il sensore. In caso invecenon riceva risposta entro un lasso di tempo, il sensoreinvierà subito le coordinate GPS a una serie di numeri utili scelti dall’utente, così da avvisare prontamente amici o parenti della presenza del pericolo.