Un tumore la uccide a 22 anni prima della laurea: l’Università la proclama dottoressa

il sogno di Gulia Romano era quello di di diventare un'insegnante di lettere, ma si è infranto contro lo spettro di una gravissima malattia. A due esami dalla tesi, il suo cuore ha smesso di battere, ma la Facoltà ha deciso di rendere omaggio alla sua memoria.

Pubblicato da Beatrice Elerdini Lunedì 23 luglio 2018

Martina muore di cancro il giorno prima della maturità, le amiche discutono la sua tesina

Un tumore l’ha uccisa a 22 anni, poco prima della laurea: l’Università l’ha proclamata dottoressa, nonostante le mancassero due esami per arrivare alla tesi. La commovente storia di Giulia Romano rimarrà come esempio di grande passione e amore, oltre la vita, e oltre la sofferenza. Il suo sogno nel cassetto, quello di diventare insegnante di lettere, non potrà realizzarlo.
Il suo cuore si è fermato lo scorso 23 maggio, a causa di un cancro che in poco tempo le ha impedito di vivere. L’Università del Salento ha scelto di proclamarla comunque dottoressa in Lingue, Culture e Letterature Straniere.
La madre ha raccontato di averle rivelato questa decisione mentre era su un letto di ospedale, prima della fine: “In quel momento i battiti del suo cuore sul monitor sono aumentati”, ha riferito al quotidiano Il Mattino.
La scoperta del tumore nel 2017, poi la lunga lotta contro la malattia, impossibile da sconfiggere ma affrontata con imensa forza.
La proposta di un certificato di laurea post-mortem è stata avanzata dai genitori e l’Ateneo ha accettato. Le ceneri della giovane sono state affidate al mare.
“Se mai mi succedesse qualcosa, non piangete. Ricordatemi con un brindisi e un sorriso'”: queste le parole di Giulia alla sua mamma, prima dell’addio.