Terremoto

Terremoto in Centro italia. Tutte le news e gli approfondimenti sulla situazione che ha sconvolto il nostro Paese. La scossa di magnitudo 6 ha ucciso più di duecento persone ma il bilancio delle vittime continua a salire. Qui troverete anche tutte le informazioni utili per i soccorsi.

Festival di Sanremo 2017 e la svolta sociale della kermesse: dal bullismo al terremoto

Festival di Sanremo 2017 e la svolta sociale della kermesse: dal bullismo al terremoto

Sanremo 2017 non è solo musica ma anche, come aveva già annunciato Conti, dedicata al sociale. Da sempre lo è: dalla Littizzetto che nell'edizione del 2013 dedicò una serata alla violenza sulle donne allo stesso Carlo Conti che nelle edizioni precedenti aveva invitato Ezio Bosso e Sammy Basso. Per la 67esima edizione del Festival il sociale è sul palco dell'Ariston parlando di bullismo, quanto mai attuale e di terremoto, tristemente attuale anch'esso.

Chi sono i sopravvissuti dell’Hotel Rigopiano

Chi sono i sopravvissuti dell’Hotel Rigopiano

Sono stati estratti vivi nella tarda mattinata di oggi gli otto superstiti ritrovati dai soccorritori sotto le macerie dell'Hotel Rigopiano di Farindola. Tra i superstiti la moglie e il figlio di Giampiero Parete.

Terremoti e vignette: la satira di Charlie Hebdo che offende

Terremoti e vignette: la satira di Charlie Hebdo che offende

Come dopo il terremoto di Amatrice, anche per la tragedia del Rigopiano arriva la satira di Charlie Hebdo. Il giornale satirico francese, tristemente noto per l'attentato terroristico del 7 gennaio 2015, rivendicato da al-Qaeda, pubblica una vignetta con la morte sugli sci che dice "Italia, la neve è arrivata". Sdegno, indignazione sul web e il sindaco di Farindola, come al tempo quello di Amatrice, ha deciso di querelare. C'è chi invece ha risposto con la stessa moneta: il disegnatore Ghisberto ha fatto una contro-vignetta diventata virale in cui c’è sempre la Morte sugli sci, ma questa volta è superata a tutta velocità da un soccorritore alpino, perchè l’obiettivo è arrivare per arrivare per primo sul luogo del disastro, così da estrarre il maggior numero di persone possibile.

Terremoti in Centro Italia: cosa sta succedendo e cosa possiamo fare?

Terremoti in Centro Italia: cosa sta succedendo e cosa possiamo fare?

Il nostro paese, in particolare il Centro Italia ultimamente è stato teatro di violenti terremoti che hanno causato vittime e distrutto interi paesi, cambiando di fatto aspetto a molti luoghi. Dal 24 agosto ci sono state oltre 45mila scosse, ossia una ogni quattro minuti. L'Italia , essendo geologicamente giovane, è soggetta a movimenti sismici, quindi, proprio perchè sono frequenti, si possono evitare danni così grandi. Secondo i geologi per evitare le catastrofia seguito dei terremoti basterebbe ripensare seriamente al territorio con una manutenzione antisismica di tutti gli edifici pubblici e privati e investimenti contro il dissesto idrogeologico.

Terremoto Centro Italia, Sms solidali: è polemica su dove vanno a finire i soldi donati al 45500

Terremoto Centro Italia, Sms solidali: è polemica su dove vanno a finire i soldi donati al 45500

Gli sms solidali hanno raccolto fin’ora per il terremoto in Centro Italia ben 28 milioni di euro: è una forma di aiuto che qualsiasi cittadino ha potuto fare indirizzando 2 euro per ogni messaggio ai terremotati. La polemica montata sui social e sollevata dai 5 stelle riguarda la destinazione di tale somma: pare che i 28 milioni di euro donati dagli italiani per i terremotati di Marche, Lazio e Abruzzo sono ancora fermi nel conto aperto presso la Tesoreria Centrale dello Stato. La questione è stata sollevata dal M5S, che si è fatta portavoce della forte polemica di alcuni cittadini sui social: l’accusa mossa al governo è di aver congelato i fondi per i terremotati raccolti dalla Protezione civile invece di utilizzarli subito per fronteggiare l'emergenza. Il problema, come spiega la Protezione Civile, è che questi soldi Le somme servono a finanziare gli interventi di ricostruzione nei territori. Quindi è esclusa ogni utilizzazione per scopi emergenziali e si deve predisporre un’analisi dei danni nelle singole regioni.

Pagina 1 di 2