Viso: come e quali auto-abbronzanti usare

Il metodo più sbrigativo per avere una pelle bronzea è sicuramente quello delle creme autoabbronzanti, ma vediamo quali sono i consigli da seguire per non sbagliare.

abbronzanti viso

Appena spuntano i primi raggi di sole un po’ tutte iniziamo a desiderare una carnagione più colorita e sentiamo l’esigenza di abbandonare il “pallore” invernale. Chi non ama o non è abituata a fare sedute di lampade, che, oltretutto, sono molto dannose per la nostra pelle e velocizzano l’invecchiamento della cute, c’è un rimedio più “pratico”, quello delle creme auto-abbronzanti. In giro se ne trovano parecchie, ma bisogna saperle scegliere in base alle nostre esigenze.
La prima cosa riguarda il metodo di applicazione: non mettere la crema direttamente sul viso ma spalmarla prima tra le mani perché le sostanze coloranti presenti al loro interno possono facilitare l’emergere di macchie scure.Chi ha problemi di rossori e couperose deve scegliere prodotti mirati, perché usando cosmetici classici si potrebbe aggravare la situazione e non uniformare il viso.
 
La carnagione già scura o olivastra deve essere “colorata” da prodotti che opacizzino il viso e che proteggano dall’oleosità della pelle; mentre devono usare creme con sostanze rigeneranti coloro che hanno un viso spento.
Per chi è avanti con l’età e vuole prevenire anche le rughe, è consigliabile l’uso si abbronzanti arricchiti da vitamina C ed E, antiossidanti e dermorigeneranti.
 
L’auto-abbronzante deve essere usato una volta, dopodiché si deve applicare in secondo momento quando il colorito comincia a sbiadire, evitando di accavallare il colore.

Parole di AnnaMarchese

Anna Marchese è stata una collaboratrice di Pourfemme dal 2010 al 2016, occupandosi di bellezza, make up e capelli.