Vestire la natura: ecco la nuova lingeria fatta di materiale riciclato

Nell’era del terzo millennio ecco che fiocca la preoccupazione nei confronti dell’ambiente troppo bistrattato: il marchio francese g=9.8 propone una collezione di lingerie fatta di materiale organico riciclato, come il famoso reggiseno costruito con fibre di pino.

Pubblicato da euridice Mercoledì 13 agosto 2008

In un mondo sempre più affollato e pieno di comfort, spesso alla natura resta poco spazio per sopravvivere. E gli ambientalisti è proprio questo che combattono: arrendersi all’idea che tutto sia ormai destinato al macero. Un altro mondo è possibile, e pure -udite udite- un’altra biancheria!

Da sempre pronti a cavalcare la notizia, le case di moda non si stanno lasciando sfuggire un’occasione così ghiotta e non starà certo a noi giudicare la loro buona fede. Fatto sta che è da un po’ che fioccano iniziative a difesa dell’ambiente anche nelle grandi firme, non ultima la francese g=9.8 che propone una lingerie organica, prodotta con materiali riciclati. Famoso (forse perché profumato? :P ) il reggiseno fatto di fibre di pino.

Completamente devoto al rispetto per la natura e vagamente new-age, il sito del marchio francese si apre col suono delle gocce che cadono e dei fringuelli che emettono versi. Il richiamo all’ambiente è fin troppo evidente ed è esplicitato nel testo che accompagna la prima pagina dove si spiega che 9.81 m/s2 rappresenta la forza della gravità terrestre. Da qui il nome del marchio.

Ovviamente, non siamo di fronte ad un unicum, anzi: in questo link tratto da Eco-chick.com risulta evidente quante aziende stiano già puntando verso questa nuova tendenza che, se ben strutturata, potrebbe davvero rappresentare una svolta, nell’ambito della moda.

“Perché Madre Natura è una donna”: ecco lo slogan della fondazione Eco-chick. Una donna, niente di meno. Che pretende rispetto della propria bellezza, un po’ come tutte noi.