Ventiduenne compie gli anni, l’amico gli ‘regala’ una donna da violentare: condannati

Testimone oculare involontario dello stupro, uno dei figli della vittima che stava dormendo al piano di sopra. Svegliato da rumori insoliti è sceso e ha visto la madre nelle grinfie dei due aguzzini

Pubblicato da Beatrice Elerdini Venerdì 22 febbraio 2019

Ventiduenne compie gli anni, l’amico gli ‘regala’ una donna da violentare: condannati
Foto: Ansa

Hanno violentato una donna davanti agli occhi terrorizzati di suo figlio. Nicolae Mihai, 22, voleva fare un ‘regalo speciale’ all’amico Claudiu Ivascu, 23 anni nel giorno del suo compleanno. Era il 14 aprile del 2017, un appartamento di Colchester, nell’Essex, Regno Unito, la scena del crimine. Ora entrambi i ragazzi, di nazionalità romena, sono stati condannati: Ivascu a 12 anni di reclusione, Mihai a 8. 

La sera dello stupro, i due erano ubriachi e secondo le indagini almeno uno conosceva la vittima. Inizialmente hanno offerto alla donna un compenso in denaro, ma quando lei lo ha rifiutato è cominciato l’inferno. Come ha riferito il detective Liv Howells alla BBC, ‘la vittima è stata stuprata da una persona che conosceva e dal suo amico, in un posto che pensava essere sicuro’.

Ad assistere alla brutale violenza, a un certo punto, è stato uno dei figli della donna. Il piccolo stava dormendo al piano superiore dell’abitazione di Colchester, quando ha sentito dei rumori insoliti è sceso di sotto e si è trovato dinanzi una scena spaventosa. Impietrito ha assistito allo stupro della madre, almeno fino a quando Mihai si è accorto della presenza del bambino e gli ha ordinato di tornare immediatamente a letto.

‘Vorrei elogiare ancora la vittima per il suo coraggio, non solo nel presentarsi in tribunale e segnalando il reato, ma assistendoci per tutto il caso’, ha dichiarato il detective.

‘Ha eroicamente assistito alla condanna e ha letto in tribunale la sua dichiarazione. Esorterei chiunque abbia subito uno stupro o vissuto una situazione simile, a farsi avanti e a denunciare. Abbiamo degli specialisti che sanno dare il sostegno di cui c’è bisogno, mentre ci occupiamo di investigare sui reati’, ha aggiunto Howells.

LEGGI ANCHE: Genova, 17enne drogata dalla madre e violentata dal patrigno: coppia arrestata