Vanessa Incontrada: bellezza barocca per Dolce&Gabbana, che apre al curvy

L'attrice e presentatrice si conferma un'icona di bellezza ed eleganza. La moda apre verso l'inclusività

Vanessa Incontrada

Foto Getty Images | Stefania D'Alessandro

Vanessa Incontrada è la nuova testimonial di Dolce&Gabbana: è la protagonista della campagna per il lancio della collezione dedicata alle donne curvy, con capi che arriveranno fino alla taglia 54.

Si tratta di un’importante cambiamento per la casa di moda, che apre a una nuova fetta di mercato e stravolge il concetto di moda = magrezza.

La scelta del volto per rappresentare questa novità è interessante: la Incontrada ha recentemente posato nuda per una copertina per mostrare come età e taglia non pregiudichino la bellezza di una donna. Ha confermato il suo essere simbolo orgoglioso delle donne formose, ora riconosciuto anche dall’alta moda.

Vanessa Incontrada come una musa di Rubens per Dolce&Gabbana

L’amore per la moda di Vanessa Incontrada non è certo un mistero: da giovanissima faceva la modella, ma soprattutto recentemente ha prestato il suo volto a Elena Mirò. Il suo stile, poi, è inconfondibile, una grande ispirazione per tutte le donne, grazie al mix di praticità e femminilità.

Per la campagna di Dolce&Gabbana è stato scelto di ispirarsi al periodo barocco e in particolar modo alle opere di Pieter Paul Rubens, pittore che nei suoi dipinti rappresentò spesso donne dalle forme generose ma al contempo leggiadre.

L’atmosfera rarefatta dai colori caldi avvolge l’attrice come in un quadro, in una scenografia ricca di dettagli. La protagonista è languidamente appoggiata su un pouf circondata da fiori, frutta strumenti musicali, velluti e candelabri. Ogni abito è esaltato dalla modella in una serie di scatti che sono vere e proprie opere d’arte.

Ogni fotografia ha una didascalia che ribadisce i concetti cardine della campagna, come per esempio: “Romanticismo e grazia si fondono in questa scena ispirata a Rubens, dove Vanessa Incontrada indossa un abito lungo in chiffon a maniche corte Dolce&Gabbana con stampa floreale“.

L’inclusività non è più solo un concetto astratto, ma un’azione concreta che sta venendo portata avanti da sempre più realtà. Non è un trend, bensì un cambio di mentalità, una rivoluzione culturale che non lascia indietro nessuno. Si stanno riscrivendo i canoni di bellezza.

Parole di Carlotta Tosoni

"Una cosa bella è una gioia per sempre" diceva John Keats. Provo ad applicare questi versi nella pratica cercando e studiando tutto ciò che è esteticamente e intellettualmente interessante. Infatti arte, bellezza e comunicazione sono sempre stati la mia guida nello studio, nel lavoro e nella vita: ricercare contenuti validi da esprimere in maniera piacevole e da comunicare efficacemente. Solo così si può provare a cambiare le cose. La mia formazione è stata economica e artistica, la scrittura il mio mezzo preferito per raccontare il mondo, le mie passioni la storia dell’arte, il beauty, lo sport. Dal 2020, collaboro con Alanews nella produzione di contenuti per il network Deva Connection.